Archivio blog

lunedì 4 marzo 2019

Primarie PD; Camilla Sparksss; Anne Sexton

Ieri dopo il lavoro sono stato con mio padre al seggio per le primarie PD organizzato nella biblioteca del paese. Ho avuto modo di ascoltare alcuni miei concittadini preoccupati dall'avanzata di questa marea leghista ma anche dall'insicurezza economica e dalla precarietà parlarmi della crisi industriale che comincia a farsi sentire, di un paese che si avvicina alle prossime elezioni comunali senza particolare entusiasmo, del progetto della grande moschea sulla statale 36. Ho soprattutto ascoltato anche se avevo in mente alcune cose da dire ma ho preferito ascoltare e fare tesoro delle loro parole. Sono tutte persone che mi hanno visto crescere, che conoscono benissimo mia sorella, che si impegnano nel sociale quando non lavorano o non crescono figli o accudiscono nipoti. I dubbi sulla linea politica del PD (alla fine, sotto minaccia allegra, ho votato e ho scelto Giachetti, un Radicale come me) continuo ad averli e ho notato che su temi delicati come giustizia e carcere è ormai trionfante la linea giustizialista/forcaiola che piace tanto anche ai 5Stelle & co, che in generale poi su alcuni temi economici c'è tutta quell'aria tardo comunista che dopo un po' mi fa mancare il fiato e che è vero che c'era una bandiera europea con scritto Stati Uniti d'Europa (il mio motto) ma la sensazione è che l'Europa sia nient'altro che uno sfondo. 
Era una giornata calda e non essendo abituato a stare troppo tempo con la gente sono tornato a casa molto stanco, svuotato, che quasi non mi sono accorto di aver guidato.
Mio padre mi ha scritto "L. mi ha detto che avevi lo sguardo perso ed eri nervosissimo e non l'hai nemmeno salutata".
Gli ho risposto "Ero stanco, stanchissimo e volevo tornare a casa."

E allora mi sono messo nella vasca piena d'acqua e ho ascoltato Rachmaninoff.

...




----


Sul mio profilo WhatsApp ho questa immagine di Anne Sexton e questo sotto è uno dei libri che è parte di me stesso: 


e che ha una poesia che si intitola "Voler morire" e che parla anche di me ed ecco alcuni suoi versi:

"Dato che lo chiedi, molti giorni non li ricordo,
Cammino vestita, immemore di quel viaggio.
Poi quella brama innominabile ritorna.

Con questo, non ho nulla contro la vita.
Conosco bene i fili d'erba che menzioni,
i mobili che hai messo sotto il sole.

Ma i suicidi hanno una lingua particolare.
Come falegnami, vogliono sapere gli utensili.
Non si chiedono mai perché si costruisce."

....


4 commenti:

  1. Ammazza che allegria, Andrè.
    Cioè, aver avuto a che fare col PD ti ha portato a "voler morire"?^^
    A parte gli scherzi, non conoscevo né Camille né Anne, mentre spero che il PD si riprenda un poco. Stavolta sul serio.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si', viva l'allegria!!!
      In realtà la giornata PD mi ha distrutto perché oltre a essere molto stanco, riesco a stare con le persone per mezz'ora e poi comincio a crollare.
      Non sono un votante PD e tutti e tre i candidati erano molto deboli per me e sinceramente Zingaretti non mi convince per niente.

      Adoro sin da adolescente la Sexton e mi capita spesso di rileggere le sue poesie.

      Elimina
    2. A me Zinga convince come uomo-social, ormai si deve ragionare così per contrastare il resto... Speriamo bene.

      Moz-

      Elimina
    3. fai bene. mi fa piacere trovare qualcuno che non ha paura di provare entusiasmo.

      Elimina