Archivio blog

venerdì 6 aprile 2018

Scempi edilizi, Giovanni Guareschi, una piccola considerazione politica, Thomas Williams, Oswald Spengler, una collega, The Rise And Fall Of Academic Drifting

Quando uno viene a Lugano e non si perde nella bellezza del lungolago e del panorama di montagne si accorge subito di come le colline e l'intera città siano state stravolte da scempi edilizi, palazzoni improbabili, abbattimenti. C'è qualcosa nella conformazione fisica e nella selva di palazzi di Lugano che ricorda vagamente Montecarlo ma a Montecarlo il mare riesce a dare profondità alla selva di palazzi restituendo un certo fascino alla capitale monegasca mentre il lago, chiuso tra le montagne, non riesce mai davvero a cancellare quei palazzi senza gusto. Uno dei responsabili é Giorgio Giudici, sindaco della città per svariati anni. Sul GAS c'è giustamente un articolo durissimo su di lui. Non pensate che anche qui a Lugano non ci sia la solita spartizione e favori. Ecco l'articolo di Corrado Mordasini:


Anche Lecco soffre del medesimo problema, dovuto anche a una insufficiente e penosa riqualificazione delle zone industriali cadute in disuso. Il futuro, leggendo qua e là sui siti locali, non è dei piu' rosei, anzi, si prospettano palazzoni e palazzoni ovunque. Eppure quello di cui avrebbe bisogno Lecco è di un vero parco in mezzo alla città, pieno di fiori, alberi e giochi per bambini.  Non di aiuole o parchi nascosti fra i palazzi e smetterla di dire "Abbiamo il lago, abbiamo le montagne". Ovviamente sarebbe improduttivo, darebbe fastidio ai palazzinari e agli speculatori. E soprattutto sarebbe antieconomico. Ecco perché non lo faranno mai.

.


Amo Giovannino Guareschi.
Adoro il suo Mondo Piccolo e lui era uno di quelli al quale mi sarebbe piaciuto davvero tanto stringere la mano e chiedere consigli e porgli domande. 
Degli scrittori italiani contemporanei non ce n'è uno che mi stimoli anche solo lentamente questi desideri. 
Su Il Giornale un paio di settimane fa gli hanno dedicato parecchio spazio. Qui e qui.

....


-qui-

....



Quanto ho ascoltato e ascolto ancora oggi questo album.

.

Ho una collega con la quale praticamente non parlo mai. Io lo so che lei mi giudica uno schifo di persona. Non abbiamo niente in comune. Quando lavoriamo insieme mi sale sempre l'ansia e non vedo l'ora che la giornata finisca. Io sto zitto, lei sta zitta. Apriamo bocca solo lo stretto necessario. Alla fine di aprile cambierà lavoro. Quando l'ho saputo ero contento. Non so nemmeno perché.

.


-qui-

....


...

Ma tutti quelli di una presunta sinistra (molto ma molto presunta) che hanno votato CinqueStellati perché non ne potevano piu' di Renzi, di Silvio, di una sinistra del cazzo come si sentiranno in questo momento di grande amore fra Di Maio e Salvini e Toti? 
Come stai papà che mi hai rotto i coglioni per mesi che mollavi il PD e odi con tutto il cuore Salvini e Toti e i leghisti e i forzitalioti e la Meloni? 
Mandi giu' anche questa dopo aver mandato giu' Renzi?
All'insegna del "Vediamo cosa combinano?"
Per fortuna non guardo piu' la tv e non so nulla di talkshow e argomenti che impazzano sui social.

So solo che al Nord, visto che ci abito, la Lega è la Nuova Democrazia Cristiana.
Da anni e anni e anni ha perso qualunque parvenza di cambiamento e spinta rivoluzionaria. 
Il leghista è il classico nordico che si fa andar bene tutto, da Formigoni all'evasione, basta che gli lasci fare i cazzi suoi e gli riempi di capannoni tutto il territorio e gli fai fare straordinari su straordinari sempre fuori busta.
Non preoccupatevi.
I voti li hanno presi per la caccia al negro e per sparare a cazzo (il problema esiste, ci mancherebbe ma se aprite una discussione con un leghista è facile che vi sentirete nel mirino di una pistola).
Della Flat Tax non frega un cazzo a nessuno, cosi' come del sovranismo e tutto il resto delle chiacchiere e proposte piu' o meno serie contenute nel programma.
E basta parlare di buon governo.....

Sono drastico?
Ho schematizzato parecchio ma....
Qualcuno che vive al Nord come me, se la sente di dire la sua?

6 commenti:

  1. Dai su, capisco la depressione per Juve col Real ma questi commenti antileghisti sono un po' di grana grossa. E lo so che preferisci Di Maio ah ah ah. Piuttosto, come mai nessun post sull'ultimo album dei Baustelle. Io non lo trovo affatto male.
    p.s. come mai non ti trovo più su whatsapp?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fede, ormai vivo la Juve con sano distacco buddhista.
      Della Lega mi interesso da tanto e diciamo che m'interessava di piu' la prima, con lo spirito federalista, anche se poi sono curioso di questa svolta Sovranista/antieuro che pero' mi sa che sta già evaporando visto che poi ieri Di Maio ha fatto voto di fiducia nell'euro/Eu/Nato.
      Credo Fede che i vari Bagnai, Borghi, Terra Insubre, Il Talebano, programma lavoro scritto con l'UGL, siano la superficie molto fragile e che interessa a un ristretto numero di persone (tipo me, te, altri come noi) mentre la pancia del Movimento sia piu' ancora sugli stessi temi...e permettimi anche quella parte di società molto perbenista, beghina, conformista nel senso peggiore del tempo e potrei andare avanti ancora.
      Secondo me la Lega è vista in maniera distorta nel resto d'Italia.
      Per dirti: in Lombardia ha sempre fatto affari e spartito poltrone con la parte peggiore della società. E un giorno gli verrà chiesto conto dello scempio che hanno attuato con tutte quelle autostrade/tangenziali inutili in giro per la pianura.

      Ovviamente riconoscendo tutte le paure/problemi (furti, immigrati, eccetera) che per molto tempo sono stati derubricati a fatti di poco conto.

      Un discorso lungo e complesso, lo so.

      L'ultimo dei Baustelle non l'ho ancora ascoltato. Lo ascoltero' appena ho dei giorni liberi.

      Forza Moggi.

      Elimina
  2. Un Signore Guareschi . Niente a vedere con gli "scrittori" di oggi . Ho riletto giusto l'estate scorsa Gigino ...fantastico
    https://it.wikipedia.org/wiki/La_calda_estate_di_Gigino_Pestifero

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stupendo. Snobbato ingiustamente il Giovannino.

      Elimina
  3. D'accordo su Lugano e Lecco (inconcepibile che una citta' di lago non abbia una ciclabile lungolago verso Nord, devi uscire da Lecco sulla strada veloce dove auto e tir fanno a gara a stirarti), ma Montecarlo e' peggio, solo che di questo peggio hanno fatto il loro vanto.
    Quanto alla Lega si e' sicuramente modificata ma non evoluta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto che forse (ma la storia va avanti da tanti anni) qualcosa si è sbloccato nel progetto di una ciclabile in uscita da Lecco e che sale verso Nord. Speriamo bene.

      Elimina