Archivio blog

venerdì 9 marzo 2018

Giornate, Jennifer Egan, Peter Kernel

Le giornate inutili, faticose e dolorose si succedono.
Sto evitando, se riesco, di comprare giornali, leggere notizie.
Per fortuna quando torno dal lavoro posso dedicarmi all'ultimo romanzo di Jennifer Egan:


ed è stato anche bello trovare nella cassetta della posta il nuovo disco dei Peter Kernel "The Size Of The Night":


Sembra che domani arriverà la pioggia.
Le gomme si dovrebbero cambiare fra un mese e passa.
Oggi ho visto le margherite e le viole e una bambina disabile che strillava.
Dei muratori bere un sacco di birra.
E poi ho parlato con mio padre.
Poco prima avevo letto un passaggio del romanzo della Egan e mi è venuto da piangere.


4 commenti:

  1. Ieri ho visto:
    - la prima farfalla della stagione (era gialla)
    - una stella cadente

    Mi sono sembrati buoni segni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fortunata con la stella cadente. Tutte le margherite e viole sono già state spazzate via da pioggia e freddo purtroppo.

      Elimina
  2. Dopo "Il tempo è un bastardo" ho in programma anche questo. Grande scrittrice!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sta già piacendo. Si', grande scrittrice.

      Elimina