Archivio blog

lunedì 1 gennaio 2018

Cosette d'inizio anno




- Ci sono giornali che comincio a leggere e poi piano piano mollo, come nel caso de La Verità. In prima pagina l'altro ieri c'era l'ennesimo titolo ridicolo di un articolo di Adriano Scianca: "Alunni incapaci di fare la capriola. Ma la Fedeli permette i cellulari in classe" che è facile capire dove voglia arrivare e mi fa sorridere e scuotere la testa perché è un classico articolo del cazzo. Io sono uno di quelli che ha sempre fatto attività fisica in gioventu', ho giocato a calcio, nuotavo, andavo in bici, camminavo tantissimo, ho partecipato ad alcune gare di atletica ma ho sempre avuto difficoltà nel fare le capriole, le pertiche, il quadro svedese e ho sempre odiato le ore di educazione fisica e tutto cio' che fosse irreggimentato. Bisogna proprio scegliere fra la capriola e la Fedeli? bah...

- Ho una sorella che risolve tutti i miei problemi quando si è tavola. Lei parla e parla e parla. Io sto zitto, mangio, bevo il caffè e me ne vado.

- Non sto leggendo molto in questi giorni ma so già che usciranno articoli che racconteranno di come dietro le proteste in Iran ci siano agenti stranieri, ed è ovvio che gli agenti stranieri ci siano da quelle parti ma molti di questi sono poi coloro che parlano dell'apatia dei giovani e dei disoccupati, di come questa crisi non abbia scatenato nessuna vera rivolta perché la gente è disinteressata, di come le persone se ne sbattono di protestare per i propri diritti e per una vita dignitosa.
E intanto ci aspetta una campagna elettorale fatta di cazzate.

- In questi giorni ho parlato ancora di parenti che si ammalano di cancri. Ho in mente questa canzone dei Sick Tamburo da tanto tempo. Nel caso della famiglia non c'è mai stato un futuro prossimo dopo l'inizio di un ciclo di chemioterapia. Quasi nessuno ha superato il primo ciclo. Quando c'era ancora mio nonno in vita, prima di ogni pasto, lui alzava il calice e diceva "Ai nostri morti e a quelli che verranno"

- Potrei parlare di film belli ma questo è quello che mi terro' dentro anche negli anni a venire. Tutto il sito qui.


.


Un regalo.


Un altro.

...


Rainer Maria

2 commenti: