Archivio blog

domenica 1 ottobre 2017

Autunno

Sono tantissimi i giorni in cui torno dal lavoro o semplicemente mi sveglio e mi sento la testa vuota, il corpo stravolto, la mente arida, il respiro assente.
La noia per il cibo.
La tv.
Le notizie.
I parenti.
Il gossip rilanciato dai colleghi/colleghe.
E il peso di tutti questi anni vissuti senza un perché che mi comprime il cuore, i pensieri.
Oggi è stato uno di questi giorni.
Sono stato a mollo nella vasca per un'ora senza nemmeno accorgermi.
Domani ne arriverà un altro di questi giorni.
Due pagine scritte controvoglia, le birre tedesche a 7 gradi, le lacrime, un crampo alla gamba sinistra che ancora mi perseguita.
Tante lacrime, a guardare fuori dalla finestra.
E la voglia di gettarmi di sotto e farla finita.
La paura di non riuscirci e finire un vegetale in balia della medicina e della pietà mi blocca sempre.
La mia vigliaccheria.
Sono tanto stanco.
E fuori l'autunno.
Questa orribile stagione.
Ho sognato Rodi.
Le spiagge.
Il caldo.
Il mare.
Un balcone che mi restituisca l'accecamento delle onde.




4 commenti:

  1. Che peccato. L'autunno è così delicato e gentile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Maria, le stagioni non cambiano particolarmente il mio umore nero. Ma in autunno comincio a star peggio, non ho quasi piu' voglia di far nulla. Anche solo di alzarmi dal letto. L'inverno già piu' lo capisco e pur facendomi schifo, con tutto quel freddo e neve, la mia depressione si stabilizza. Preferisco la seconda metà della primavera e l'estate.
      Pero' sto male sia d'estate che di primavera.

      Elimina
  2. Il mio umore solitamente peggiora a primavera.
    L' estate non fa testo, cerco solo di s opravviverle.
    Curati!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me l'estate è il periodo migliore, anche se non faccio vita estiva.

      Elimina