mercoledì 21 febbraio 2018

Simone Buttazzi, Berlinale, Spontaneous

Il mio orsetto prussiano preferito Simone Buttazzi, che vale mille e mille Ted, Bubu o Yoghi, sta leccando un sacco di miele nelle foreste della Berlinale.
(Tra l'altro durante l'ultimo carnevale ho conosciuto un ragazzo che mi ha parlato di un misterioso costume da orso realizzato nei sotterranei della città vecchia di Praga...qualcosa di simile al Golem...un costume interamente realizzato con la pelliccia dell'originale Buttazzi...sulle tracce di questo costume miracoloso loschi figuri, collezionisti, spie, ex agenti della Stasi, milionari cinesi e principi sauditi e molti altri....)
Peccato che gran parte, se non tutto, di questo miele non colerà nel cinema dove lavoro. 

Ecco alcune sue recensioni:





.......

-E sempre grazie a Simone questa bella scoperta: "SPONTANEOUS" di Aaron Starmer (Dana, traduzione di Simone Buttazzi)-

Nessun commento:

Posta un commento