domenica 5 novembre 2017

Questa pioggia, Tariq Ramadan, elezioni odierne, Sorge, prossime letture

Sotto la pioggia battente capita di incontrare alle 5 e 30 di mattina una domenicana vestita da sera che mangia un panino con la salsiccia sotto la tettoia del baracchino piazzato davanti al cinema e capita di ritrovarla uscito dal cinema in tuta Adidas, al distributore di benzina, che fa la spesa accompagnata da due bambine con la capigliatura afro. Le bambine mi sorridono e la madre anche. "Ci siamo visti stamattina vero?" mi fa, "Sì" le rispondo, "Stanco?", "Abbastanza e tu?", "Tantissimo" per poi regalarmi un sorriso delicatissimo. E poi ritrovarle che camminano sotto la pioggia battente, senza ombrello, a capo scoperto e che mi salutano cantando e ballando.

.


Non mi va di commentare e nemmeno mi interessa tutto quanto sta accadendo su rivelazioni, scoop, molestie, file, denunce, sospensioni, ipocrisia, follie, violenze, eccetera. Lascio solo questa copertina di Charlie Hebdo dedicata a Tariq Ramadan, uno di quegli uomini a cui in troppi e in troppe hanno dato credito.

.....

Oggi il mio consiglio, se proprio vivete nelle zone di voto e vi va di recarvi nelle urne, è di scrivere sulla carta igienica, i nomi di questi due eroi Bonelli dei quali son tornato a leggerne le avventure:



....


-qui-


-qui-

....



Lo sto ascoltando davvero tanto. "In famiglia" è un pezzo bellissimo.

2 commenti:

  1. Io voto Zagor e un'altra bella lettura dello Spirito con la Scure : Ai confini della realtà ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uahau.
      Con Zagor sono cresciuto. Negli ultimi son tornato a leggere gli albi che compra mio padre.

      Elimina