martedì 24 ottobre 2017

Sul nuovo "IT", Tom Drury, Paolo Isotta, referendum



Ieri sera abbiamo visto il nuovo "IT" e per vari motivi l'abbiamo visto nella sala 4DX del cinema dove lavoro. Cosa dire? Intanto che (ma lavorandoci, non è stata una novità) il 4DX è sostanzialmente una cazzata, almeno per come intendo io il cinema. Sul film: prodotto discreto, abbastanza sopra la media del genere ma niente di incredibile. E come la mia compagna in alcuni passaggi mi sono quasi addormentato. Alcune manifestazioni orrorifiche le ho trovate sinceramente indecenti. I protagonisti quasi tutti azzeccati. Eviterei i confronti col romanzo capolavoro di King che ho amato e amo ancora oggi. Su Pennywise cosa dire? Pennywise è Pennywise ma personalmente ho preferito quello della passata trasposizione, anche se quello di Muschietti sembra essere piu' fedele al romanzo.

.


Grande attesa per questo "nuovo" romanzo di Tom Drury.

.


"Il canto degli animali" di Paolo Isotta (Marsilio) sembra molto interessante. Ne hanno scritto qui.

.

Referendum.
Devo fare la spesa.
Pulire casa.
Potete immaginare quanto me ne freghi dei favorevoli e dei contrari ai quesiti e della tecnologia del supermondo industriale lombardo.
Di sicuro le facce di Zaia e Maroni mi sono indigeste.
Da noi lecchesi/lombardi "bigoli" ha anche un altro significato oltre a quello di pasta buonissima veneta (e anche di una certa Lombardia).
Diciamo anche "bigul" o "bigui" (non so scriverlo, lo trascriverlo come lo dicevano i miei nonni).

Odio l'utilizzo dei referendum/consultazioni in maniera ipocrita.
Basta vivere o essere cresciuti in Lombardia o Veneto per capire di cosa sto parlando.
Tutto il resto son chiacchiere.
(Senza aprire ulteriori discorsi e a latere su come, e lo scrivo tristemente, ci sia in molti giornali/giornalisti/pensatori una visione riduttiva/lontana/distorta/pregiudiziale/misera della parte settentrionale dell'Italia e di come stia aumentando la distanza fra metropoli/territori in maniera molto diversa da quanto accadeva in passato)
È l'ennesima manifestazione del degrado morale/civile/intellettuale di molti che si riempiono la bocca di "politica" .

4 commenti:

  1. Mi sa che mi toccherà vedere IT...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Onestamente di paura ne fa ben poca.

      Elimina
    2. Non è necessariamente un male!

      Elimina
    3. Allora Maria è una che ha paura dei film dell'orrore....:)

      Elimina