lunedì 21 agosto 2017

"L'estate che sciolse ogni cosa", Orwell, Il Foglio, DIIV


Molto interessato a questo romanzo. Però accidenti leggo 26 euro come prezzo di copertina. Qui in Svizzera chissà quanti franchi saranno. Prima di acquistarlo lo cerco in qualche biblioteca.

....



Questo invece l'ho ritrovato nei giorni scorsi....e pensavo di averlo perso su un aereo...anche a me è accaduto di ubriacarmi su un aereo e all'atterraggio non sapere nemmeno dove mi trovassi e farmi indirizzare verso un pullman che mi avrebbe portato nel centro di Barcellona. È stato il mio primo viaggio in aereo. Un regalo di compleanno della mia famiglia. 4 giorni da solo a Barcellona. Ricordo che nell'appartamento condiviso c'era una coreana che puzzava tremendamente. 
Ovviamente feci il bagno in un mare sabbioso e chissà cos'altro.
Quando tornai a casa scontentai tutti perché non avevo niente di eclatante da raccontare.
Tipo viaggio turistico.
Mi godetti con lentezza la città.
Era un giugno, pochi giorni dopo il mio compleanno.

....



....




Spero stia meglio.

----

Quando si lavora con persone completamente diverse da te, appena sai di non vederle per due giorni sorridi e tiri un sospiro di sollievo.
Dio Santo che stanchezza e che senso di vuoto.

Coi maschi che lavorano con me se non parli di fica, calcio, erba, playstation, soldi, macchine non hai niente di cui discutere.
Con le donne, tranne rarissime eccezioni, è la stessa storia ma con quella venatura artistica/filosofica che mi disturba assai.

Un bagno nel lago e poi riposo in casa.


1 commento:

  1. https://ilblogdibarbara.wordpress.com/2017/08/22/un-paio-di-cose-sulla-strage-di-barcellona/

    RispondiElimina