domenica 16 luglio 2017

Lago, Hemingway, Bestemmia contro la democrazia, Nine Inch Nails

Ho sempre amato quando uscivo da scuola e poi dal lavoro, stanco, distrutto, sporco, andare verso il lago e trovare a pochi metri dall'acqua un tavolino in un bar, una panchina, due gradini, un angolo isolato e bere un caffè, una birra, un bicchiere di vino, una spremuta.
Lo faccio ancora adesso.
Leggere un libro, i giornali, non fare nulla. 
Il lago mi dà forza.
E tante volte me ne dimentico e penso a improbabili mete lontane.
Da domani tornerò a stargli vicino.
In vacanza per due settimane ma stando qui, a Lugano, a due passi dal lago.
Camminerò tanto vicino a lui portandomi dietro questo libro micidiale, nella copia di mio padre:


.



Ne parla qui Silvia Valerio.
Delle mie amicizie non mi vergogno affatto.

....



2 commenti:

  1. Bello i 49 racconti , bella Hurt, bello nel mio caso il mare . Mi hai dato una idea di rilettura , Ciao , Antonio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai questo è il terzo anno senza mare per me. Ma va bene. Staro' sul lago in queste due settimane e nella Svizzera interna.

      Elimina