domenica 30 luglio 2017

Che tristezza




Che tristezza un sito che invita a votarlo per chissà quale gloria.
Una delusione (risaputa e piccola) dietro l'altra che va al di là dei contenuti espressi.
Sono un ingenuo o forse tendo a vedere sempre troppi lati positivi nelle persone, alla faccia di quelli che mi dicono che sono un pessimista, un prevenuto.

Per sponsorizzare si utilizza tra l'altro una parola come "rosicare".

Date un'occhiate a sto cazzo di referendum popolare di sta merda e poi almeno pulite i vostri cessi, fatevi un tuffo, fatevi una corsa.

C'è piu' gloria e bellezza nello spazzino che ho incontrato tornando dal benzinaio e che mi ha riconosciuto perché qualche volta ci incrociamo quando alle 5 e 30 di mattina vado al lavoro che in tutta questa gente intellettuale e fantomatiche menti brillanti che cercano consensi nella porcilaia.

Per uno come me che vorrebbe scrivere diventa sempre piu' difficile sentirsi a casa da qualche parte, dare fiducia.

Qualcuno mi dice che è sempre andata cosi', che forse sono solo un pezzo di merda che bevo troppe birre, non frequento nessuno, che sto sempre in casa e dovrei continuare solo pensare ai cazzi miei.

Ci sono volte che sento l'urgenza di prendere il porto d'armi.




4 commenti:

  1. Non fai parte del "Villaggio Globale" ? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stando sul blog so bene di stare nel villaggio globale ma preferisco di gran lunga la mia casa o il lago, x dire.

      Elimina
  2. La Harvey mi ha sempre affascinato :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. É incredibile. L'ho vista da due metri secoli fa e trasmette una poesia - energia che ti tramortisce

      Elimina