mercoledì 10 maggio 2017

Altra delusione di lettura



Ci sono libri che leggo solo perché nei lanci si fa riferimento ad autori che apprezzo. Solitamente ne esco deluso. Questo romanzo l'ho letto perché si citava "Lo straniero" di Camus che amo da quasi vent'anni. E ne sono uscito molto deluso. Mi sono piaciute solo le ultime pagine. Tutto il resto l'ho digerito a fatica. È quel tipo di romanzo che non mi comunica nulla, se non tanta noia, vuoto, trame mal sviluppate, intrecci deboli, riflessioni di poco interesse e la sensazione di aver sprecato del tempo. Di Camus in questo libro non ci ho trovato nemmeno il fantasma.

2 commenti:

  1. Un romanzo indimenticabile, L'étranger intendo, l'ho potuto apprezzare in francese. A proposito di fantasmi, ora vedrei improponibile la cosa, misuro in eoni il periodo in cui leggevo in francese. C'est la vie o la guerre? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dai su, Santa. il francese è bellissimo. io devo tornare a studiarlo.
      Anche L'uomo in rivolta è straordinario.

      Elimina