sabato 1 aprile 2017

Luci nella notte


Quando leggo o rileggo Simenon resto sempre senza parole e posso solo costatarne e ammirarne l'incredibile talento. Leggendolo mi sono spesso sentito messo sul banco degli accusati.

E intanto le giornate girano tra una lettura e l'altra.
Tra lavoro e casa.
Camminate e casa.
Nei luoghi con piu' di tre persone non riesco a mettere piede.
Spero di farcela stasera a non morire quando mi trovero' in mezzo al casino nefasto e sporco del sabato sera.
Tutto per comportarmi da bravo figlio che rispetta una maledetta promessa.


2 commenti:

  1. Concordo con te, l'ho riletto non molti anni fa e per un po' sono stata in un luogo senza maschere...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è un romanzo molto duro e anche commovente nella sua disperazione.

      Elimina