giovedì 2 marzo 2017

Su "Scimmie" di Susan Minot (Arnoldo Mondadori Editore), "Il cuore degli uomini" di Nickolas Butler (Marsilio)



.....


Le prime pagine di "Scimmie" (Arnoldo Mondadori Editore, traduzione dall'inglese di Chiara Rocco Spallino. Titolo originale, Monkeys, 1986)  mi erano piaciute davvero tanto ma proseguendo nella lettura l'effetto è svanito. E' quel tipo di libro scritto discretamente bene ma che lascia poco una volta che l'hai chiuso. Evanescente, mi verrebbe da dire. Tanti drammi, tante liti, tante parole, tanti personaggi ma che restano solo sulla pagina. "Carino"..... 
Un estratto:

"Sophie continuo' a girovagare per la casa. Ogniqualvolta ritornavi, dopo la fine della scuola o dopo le vacanze estive, ti ritrovavi a girarla in lungo e in largo. Tutti loro lo facevano e vagando da soli, di stanza, si riconciliavano con gli oggetti familiari. Toccavano la madonnina di pietra o prendevano in mano il fermacarte a forma di farfalla. Nella scatola d'argento delle sigarette si poteva trovare un bottone o una biglia. Provavano l'accendino di giada, dal forte odore di gas, senza aspettarsi che funzionasse, e infatti non funzionava. Ma c'era sempre il senso della possibilità. Le cose potevano cambiare. Si potevano trovare degli oggetti da tempo dimenticati. Aprivano i cassetti e ci scovavano dentro il gancio di bronzo con le ali d'aquila, le scatole di fiammiferi rotonde, ricoperte di carta marmorizzata, un mazzo di carte in una scatola bianca e blu." (pp. 83-84)

....



L'ho letto in un giorno "Il cuore degli uomini" di Nickolas Butler (Marsilio, traduzione di Claudia Durastanti, titolo originale, The Hearts of Men, 2017) perché la storia è appassionante e perché sprizza di quel sano sudore animale che fa tanto adolescenza e che anche adesso che di anni ne ho quasi 40 me lo sento addosso ancora. 
Ma.
Ma per me il romanzo si sarebbe dovuto concludere a pagina 146. Le restanti 250 pagine, tranne la scena ambientata all'interno di uno strip, sono quasi inutili e diventano farraginose, perdendo in magia. O forse perché semplicemente crescendo, invecchiando la bellezza, la purezza scompaiono. E restano solo la malinconia, il passato, le giustificazioni, la maturità.

.....


Ieri compro Charlie Hebdo, faccio due passi e due donne in minigonna mi bruciano con uno sguardo pieno di disprezzo. Prima volta che mi succede. 

....

E a proposito di adolescenza, questo video, queste ragazzine sembrano proprio le mie coetanee/compagne di scuola ai tempi delle medie/adolescenza.

Nessun commento:

Posta un commento