giovedì 9 marzo 2017

Perché mollare un romanzo a pagina 26; Logan; Thérèse Hargot; il mio vecchio ebook

Ne avevo letto bene e avevo deciso di leggerlo ma ho mollato il romanzo di Crocifisso Dentello a pagina 26. Irritato e deluso dalle banalità/qualunquismo/già sentito dire sul movimento rivoluzionario degli anni '60. Non ce la faccio piu' a sentire tutta questa storia dei capi rivoluzionari figli della borghesia, privilegiati, pazzi, furbi, eccetera. So che in molti casi è stato cosi' (ed é ancora cosi') ma se uno va a leggere con attenzione quegli anni (a destra e a sinistra) emerge una complessità ben maggiore che non può sempre essere ridotta in questi minimi, ma davvero minimi, termini. Non sto parlando del giudizio complessivo, anche molto critico oppure favorevole, che ciascuno di noi può esprimere su quelle idee, eventi, eccetera, ma proprio di queste banalità da bar che ritrovo spesso quando leggo degli anni Settanta, Sessanta e in generale quando leggo di politica e di cui sinceramente ne ho ormai piene le scatole. 

Se qualcuno lo vuole glielo spedisco volentieri gratuitamente.

.....


Non sono un grande amante di questi film ma Logan mi è piaciuto molto. Dentro ho ritrovato l'atmosfera di questo straordinario film su cui sono cresciuto e che tutte le volte che finiva mi lasciava in lacrime come il bambinetto che vede il cavaliere andarsene via:


.....



.....



È uscito tanto tempo fa. Non è un libro autoprodotto. Speravo di portarlo sul cartaceo ma non si è arrivato a nulla per vari motivi. Qualcuno m'ha chiesto in questi mesi cosa fare per leggerlo. Se vi interessa leggerlo scrivetemi pure che ve lo mando gratis. Non c'è problema.

8 commenti:

  1. Abbi un po' di pietà per il povero Crocifisso Dentello! Mi sembra che i suoi genitori abbiano infierito già abbastanza.

    RispondiElimina
  2. E merita di essere letto. Parlo della Maledizione degli affetti, oramai il tuo titolo è diventato la mia citazione ricorrente :D
    Senza vergogna, ammetto di non sapere chi sia Crocefisso Dentello e condivido il commento di Mira Queen. Anzi ad una prima lettura ho pensato si trattasse di qualche diavoleria meccanica, ingannata da un "del", poi il link e il "di" mi hanno riportato alla ragione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah ah.
      grazie come sempre Santa.

      Elimina
  3. LMDA è un gran libro! Sarebbe bello vederlo su carta.

    RispondiElimina
  4. lmda è un libro molto bello e Andrea ha un grande talento.
    è un grande dispiacere- e un mistero- non vedere questo suo ultimo libro su carta,
    p.mascheri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paolo. Mi consolo assistendo allo sbocciare della primavera e al lento, ma costante, aumento della temperatura dell'acqua del lago dove non vedo l'ora di immergermi.

      Elimina