sabato 11 marzo 2017

Paul Verhoeven, Black Book, Elle; un grazie immenso a Annalisa Chirico; Eshkol Nevo "Tre piani"; Drieu


"abbiamo preso una decisione / non possiamo andare avanti / non tirarci indietro / per cui staremo qui / dentro ciò che è stato deciso / quell'abbraccio in cui ci cerco quando gli altri non ci vedono / credo proprio voglia dire addio / è per questo che ci odio / dobbiam sempre dirci addio.

.........


Nutro una grande ammirazione per Paul Verhoeven. Fra le sue pellicole stravedo ad esempio per "Black Book" che mi emoziono' profondamente quando lo vidi.


e adesso spero di riuscire a rintracciare in qualche sala il suo ultimo film che sembra promettere molto bene:


....



Grazie a Annalisa Chirico per aver irritato Marco Travaglio, uno degli uomini/giornalisti in circolazione che piu' detesto in assoluto.

......



Stregato dalla recensione di Alessandro Piperno fra non molto lo leggero'.

.......


Un gran pezzo di Isabella Cesarini su Drieu "Ubriacarsi di delicatezza".

"Sono soltanto l’uomo nel mezzo del cosmo, tra Dio e il nulla, tra le grandi immagini indicibili che sono tutto il mio problema e tutta la mia realtà, che segnano i limiti estremi al di là dei quali voglio prolungare all’infinito il mio slancio."



4 commenti:

  1. E' sempre un piacere leggere i tuoi post, e non essere MAI d'accordo su nulla. P.S. a parte Maurizio Milani che è un genio. Saluti Massimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Massimo, mi fa piacere che tu abbia scelto di continuare a passare da queste parti pur se non sei MAI d'accordo. Maurizio Milani è un genio assoluto concordo.

      In quale modo sei arrivato su questo blog, se posso chiedertelo?

      Elimina
    2. Ciao Andra. Sinceramente non ricordo. Abbi pazienza ma il MAI non è corretto. Il Diario di P Drieu La Rochelle in vecchia edizione del Mulino mi ha accompagnato per molti anni ( specialmente la parte finale ) e Louis-Ferdinand Céline è uno dei miei autori preferiti, compresi i pamphlet su ES Bagatelle per un massacro e Scuola per Cadaveri.. di questo libro non mi ricordo se è uscito con questo titolo. Niente mi avvicna ai 5 stelle..niente. Non sono un estimatore di Travaglio. Non voto da 22 anni. Ma Il Foglio,..no. Non li sopporto i giornalisti del Foglio, rappresentano quasi tutto quello che detesto. Invero sono un giacobino destinato all'estinzione, come è giusto che sia. Cordiali Saluti Massimo

      Elimina
    3. Grazie ancora allora. Io Leggo Il Foglio perché adoro il suo formato, le molte voci presenti e guarda, spessissimo non sono d'accordo con quanto leggo. Mi piace il loro essere un giornale di riflessione, slegato dall'attualità, con punti di vista diversi. E mi piace il formato gigante. Anche se da quando è diventato direttore Cerasa il giornale è peggiorato. Io leggo e sfoglio quasi tutti i giornali/siti quando, tranne Il Fatto Quotidiano che proprio mi disgusta.

      Io non ho mai votato, tranne una volta ma ho annullato la scheda con degli insulti.

      Grazie ancora per il passaggio. Io di Céline adoro quasi tutto. Stravedo per i pamphelt e per la trilogia Da un castello all'altro-Nord-Rigodon....Mea Culpa sta letteralmente dentro di me.

      Cordiali saluti anche a te.

      Elimina