giovedì 23 marzo 2017

La risposta a quelli che mi chiedono: ma che film ti piacciono?

Lavoro in un cinema ma non lo frequento quasi per niente, sia perché lavorandoci non è che mi piaccia starci per altro tempo e sia perché non ci proiettano film di mio interesse. Tante volte mi chiedono ma quali sono i film che ti piacciono. Sono tanti, non so nemmeno cosa rispondere. Ho provato a scrivere su un foglio mentre ascoltavo questo pezzo i titoli dei primi film che mi uscivano dalla testa:

Su tutti:  Sentieri selvaggi (1956, John Ford) che è in assoluto il film della mia vita

Poi, senza classifica:

Fuoco fatuo (1963, Louis Malle)
1997: Fuga da New York (1981, John Carpenter)
Melancholia (2011, Lars Von Trier)
Satantango (1994, Béla Tarr)
Suicide Club (2001, Sion Sono)
I Goonies (1985, Richard Donner)
The Elephant Man (1980, David Lynch)
Turk 182 (1985, Bob Clark)

poi ce ne sono due, che vanno al di là del cinema, e sono pezzi della mia vita, fisica e mentale e che quasi è meglio che io non li veda:

L'impero del sole (1987, Steven Spielberg)

e

La vita sognata degli angeli (1998, Erick Zonca)

Nessun commento:

Posta un commento