domenica 5 marzo 2017

Ian McEwan, Nutshell, Alice in Chains, Rocky Joe, mia sorella


Sono davvero molto ma molto curioso di leggere l'ultimo romanzo di Ian McEwan "Nutshell". Fra non molto dovrebbe uscire per Einaudi. Intanto c'è questo articolo.

E poi insomma "Nutshell" è uno dei miei brani preferiti in assoluto. Una della colonne della mia vita. Quando lo ascolto mi paralizzo.

...........


Io e mia sorella non ci parliamo quasi mai. Ci vediamo, azzardo, 5-6 volte all'anno. Quando ci parliamo litighiamo spesso. Potremmo anche ucciderci. Piccola, bionda, gracile, spesso malata ma potrebbe uccidere chiunque mia sorella. Eppure mia sorella è una delle persone piu' importanti della mia vita. Della mia formazione umana e culturale. Senza di lei non avrei mai conosciuto il mondo degli anime, i classici greci e latini, la musica. Non avrei trovato la forza di vivere e ribellarmi. Non avrei, per esempio, mai conosciuto Rocky Joe. E per un cultore della boxe come me è uno dei regali piu' grandi che una persona possa avermi mai fatto.

.........

Salto tutte le pagine che parlano di politica spiccia.
Preferisco i necrologi, l'oroscopo.

2 commenti:

  1. Se solo il libro si avvicinasse alla canzone degli Alice in Chains, sarebbe fantastico.
    Quanto l'ho ascoltata e suonata anch'io: un giro di accordi semplice e magico che ti stordisce.
    Sap e Jar of Flies fra i dischi più belli degli anni'90.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti rispondo solo che gli Alice in Chains sono un parte fondamentale della mia vita.

      Elimina