giovedì 2 febbraio 2017

Panino al prosciutto, The Walking Dead, Umberto Maria Giardini


Sono giorni deprimenti, col lavoro che assorbe ogni respiro, devasta i centimetri della mia carne. Mi sento talmente svuotato, spolpato, inutile che quando sono a casa preferisco spegnere la mente. Leggo nella notte, nei dormiveglia. Bevo birra, parlo poco, tengo spento il cellulare, fisso le pareti bianche, piango in silenzio, ricevo felicità dalla mia compagna. 

Mi affido a Charles e mi chiedo se oggi potrebbe mai uscire un romanzo come questo
Non credo. 
A Charles voglio un bene dell'anima.


Quando torno a casa e aspetto di tornare al lavoro io mi affido a The Walking Dead. 
Senza paura di apparire come un tamarro. Me ne frego dell'attualità politica sulla bocca di tutti (come si puo' pensare di dedicarsi a Renzi, Raggi, D'Alema, Grillo, Civati, Pisapia, Vendola, Salvini, Meloni, Trump, etc...), dei serial di qualità preferisco i telefilm tamarri, le casalinghe disperate, le televendite, le previsioni del tempo.

Preferirei avere una katana come quella di Michonne e saperla maneggiare per bene.

Per tagliare a fette la mia depressione.



E mi affido da anni a lui. Perché Umberto è una parte importante della mia vita.  Anche solo per versi come questo "Con la pergamena in mano apri l'ano e felice mi fai entrare".

.

Da bambino certe volte sognavo di stabilire un contatto coi miei coetanei.
Da adulto, non me ne frega piu' niente.
Tengo legami, pochissimi, solo con le persone alle quali voglio bene.
Non mi va di mangiare coi colleghi, coi parenti e compagnia bella.
Il dottore mi ha detto, Stai bene?
Una meraviglia.

7 commenti:

  1. Adoro Bukowski, ma non mi piace per niente Giardini l'Umberto Maria ...

    RispondiElimina
  2. Così, senza andare a leggere i vari appunti, mi verrebbe da dire "Post Office" e "A sud di nessun nord", ma potrei dimenticare altri che mi sono piaciuti (ho letto tutto di lui). In genre adoro i suoi racconti, forse anche "Musica per organi caldi", ma non solo ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. difficile anche per me scegliere ma credo che la mia scelta cada sulla trilogia Post Office, Factotum e Panino al prosciutto.

      Elimina
  3. Se il dottore mi chiede come sto , io rispondo: Una favola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah ah.
      io coi dottori ho spesso sbagliato risposta e ne ho pagato le conseguenze.

      Elimina