venerdì 24 febbraio 2017

Giorni per insegnare un lavoro; Lantern City; mai mettersi contro i tifosi; vecchi film

Ci sono giorni strani al lavoro, pieni di pensieri, sogni, riflessioni, ricordi. Mezze giornate di lavoro. Oggi ho insegnato alcune cose a un mio collega spostato nel mio reparto per sostituire una persona in vacanza. E mentre gli mostravo tutte le sue mansioni mi sono sentito perso. Non perché gli stavo insegnando qualcosa ma perché tutte le volte che insegno qualcosa a qualcuno, qualcosa che so e  che conosco, mi sento male. Mi sarebbe piaciuto insegnare. In una scuola. Nel mio collegio. Tutto troppo tardi. E non sarei nemmeno stato un buon insegnante. E già non ho quasi piu' voglia di alzarmi dal letto e uscire di casa per "vivere" che poi arrivano giornate come queste che poi arrivo a casa e voglio solo piangere e aprirmi lo stomaco con un coltello.

La primavera cambia colori ma solo fuori.
La mia voglia di morire non cambia mai.

................



.....

Una qualsiasi persona sana di mente sa che non deve mettersi contro i tifosi di calcio.

Quando vuoi discutere con loro e loro non sono d'accordo devi costruire prima una fossa capiente e armarti di una serie di mitragliatrici cariche di palloni esplosivi. Poi li raduni alla tal ora pubblicizzando che sono offerti una partita gratis e biglietti per trasferte gratuite, che si possono baciare, leccare, scopare le reliquie testosteroniche dei loro idoli. Ecco, quando sono tutti radunati, prima li si fa divertire e poi si comincia a mitragliarli e quando sono tutti belli caduti nella fossa capiente fate avanzare dei bulldozer che li soffochino, li smantellino, li maciullino, li riducano a poltiglia, li seppelliscano per sempre. Tutto ovviamente in nome degli ideali sportivi, del divertimento e del riciclo. 

Ah, ecco, per dirvi. Io sono decisamente contrario all'edificazione del nuovo stadio a Roma e contro qualunque favoritismo per le società calcistiche. Di qualunque categoria.

.....

Che poi riguardo vecchi film.
Straordinari.




Nessun commento:

Posta un commento