lunedì 9 gennaio 2017

Tondelli, American Football e pensierini


L'anno nuovo si accompagna al proposito di leggere tutto questo libro. Le opere contenute le conosco. Tranne alcune cose. Ma ho voglia di rileggere. Senza fretta. Senza obblighi. Ma rileggere. Ripensare. Sono circondato dalla velocità del lavoro e corro e corro tutto il giorno e tornare su cio' che già conosco o che penso, stupidamente, di conoscere mi permette di rallentare il battito del mio cuore. 

Oggi uscito dal lavoro ero stanchissimo ma quando la mia compagna è uscita per il suo lavoro di merda mi sono forzato di uscire di casa e camminare, costeggiare il fiume, camminare, arrivare fino al lago, sedersi su una panchina ghiacciata e respirare l'aria fredda.

Nelle cuffie gli American Football.

Ho chiuso gli occhi e ho immaginato la fine dei curriculum che spediro' domani. 

Poi mi sono rialzato per addentrarmi nel parco, sfilare davanti ai tossici, bere un caffè corretto servito da una timidissima e inesperta cameriera, ricevere una odiosa telefonata da un collega e prima di rientrare in casa sono rimasto per venti minuti a osservare le papere alla disperata ricerca di cibo lungo le rive del fiume. Avevo le mani e i piedi ghiacciati. Al di là della strada la facciata dell'ospedale.

...........

Ieri sera ho incrociato Cipriani dell'Harry's Bar di Venezia a latere di un documentario, pessimo, trasmesso sulla televisione svizzera. Ecco, dalla sua bocca é uscita una valanga di cazzate. Parlava di spiritualità collegandola alla lavanderia di un albergo. Ci ho provato a ragionarci sopra ma è impossibile. Solo cazzate. Ah, l'ambiente degli alberghi lo conosco. E ho una compagna che da vent'anni ci lavora.

....

Un bell'articolo di Massimo Del Papa: "La Raggi merita la Raggi".  Io voglio un gran bene a Massimo. Non sempre sono d'accordo con lui ma coi suoi scritti Massimo mi tocca sempre il cuore e la mente e questo è un bene.

Nessun commento:

Posta un commento