lunedì 23 gennaio 2017

Lavare la moquette e Tim Hecker, l'artista che ascolto sempre quando scrivo

Fra meno di un'ora, il tempo di mangiare una minestra e risolvere alcune faccende, tornero' al cinema e lavorero' fino a sera. Sto cominciando a lavare la moquette della sala piu' grande a causa della sostituzione dei sedili. Un lavoro molto faticoso che svolgero' in completa solitudine. Eppure è un lavoro che mi piace. Mi libera dalle ansie. Il profumo del prodotto tossico che mi entra in circolo. La sporcizia che se ne va. E in testa Tim Hecker.
La macchina, questa:


produce un suono simile a uno presente in Black Phase.
Tim Hecker è in assoluto uno dei miei artisti preferiti e "Love Streams" è in assoluto dei miei dischi dell'anno 2016.


Lo ascolto tantissimo Tim. Quando scrivo mi rende piu' chiari i pensieri. Mi porta in un stato mentale che mi favorisce la scrittura. Adoro anche ascoltarlo al buio, facendo uscire i suoi dischi dalle casse, seduto sul divano. A occhi aperti guardando verso gli altri palazzi.

Nessun commento:

Posta un commento