venerdì 13 gennaio 2017

La bellezza della neve che se ne va (Altri libertini e Radian)

E ieri/stanotte è arrivata quella merda bianca chiamata neve. La prima vera neve dell'anno. Ero in macchina e mi si è chiuso lo stomaco a vederla scendere. Ci ho bevuto sopra parecchio per digerire un risveglio sotto bianco. Pochi centimetri ma sufficienti per farmi star male.

Per fortuna ha cessato di scendere, le temperature si sono alzate e la neve si sta sciogliendo.

Vedere la gneve sciogliersi, andarsene, diventare poltiglia acqua ricordo mi fa tornare il sorriso.

Sono cinico e onanista ma io voglio il caldo. La primavera estiva e l'estate torrida e anche l'autunno che non diventa mai autunno ma si aggrappa alla spiaggia.

...........


L'ho letto secoli fa "Altri libertini", l'ho riletto altre volte e l'ho riletto un paio di giorni fa. È incredibile come a distanza di anni non siano cambiati i miei giudizi. I "racconti" che preferisco e quelli che invece ancora oggi, come l'ultimo, non mi hanno mai soddisfatto. E come allora, per la mia psiche debole, Tondelli mi fece venire una gran voglia di roba. Spero di riuscire a scriverci sopra qualcosa di buono.


.....

L'Unità non mi mancherà.

...............



"On Dark Silent Off" dei Radian è un disco bellissimo.



6 commenti:

  1. Sono anni che l'Unità non mi manca , ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella degli ultimi anni è veramente indecente. Si potrebbe discuterne a lungo ma era terribile anche quella con Colombo, Travaglio, etc...

      Elimina
  2. Io, per fortuna, mentre scendeva la neve dalle mie parti, ero a Milano dove pioveva, quindi non sono stato male. Anche ioprovo disagio e preferisco il caldo. Ora usciamo a fotografarla, mentre se ne va dalle palle :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e fra pochi giorni purtroppo ne arriverà dell'altra.

      Elimina
  3. Ho amato "Un Weekend post-moderno" più che "Altri libertini"(letti tipo in adolescenza),comunque un livello di scrittura che oggi non vedo in Italia... Tondelli ci ha lasciato troppo presto. Stefano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci ha lasciato davvero troppo presto. Sto arrivando alla rilettura di "Un weekend"....io sono molto legato a Altri libertini.

      Elimina