domenica 22 gennaio 2017

Donne (Costana Miriano, Simone Weil, Gomma) e Japandroids

Oggi si fa un gran parlare delle donne in corteo.
Oggi, al lavoro, a risollevarmi l'umore è stata una mia collega. Si chiama come mia madre. Stavo per uscirmi e i dieci minuti di chiacchiere con lei mi hanno ripulito tutta la greve presenza dei miei colleghi maschi, direttore compreso.
Posso solo ringraziarla.

....

Donne diverse come Costanza Miriano e Simone Weil ma sono molto legato a tutte e due.


Fra non molto leggero' il nuovo libro di Costanza "Quando eravamo femmine. Lo straordinario potere delle donne" (Sonzogno).  Ne ha parlato su Tempi. E vado sempre sul suo blog. La speranza è di riuscire a intervistarla prima o poi.


Cosa scrivere di Simone Weil e del suo "Diario di fabbrica" (Marietti 1820)? Sarebbero solo parole sprecate. Questo passaggio descrive cosa mi accade spesso quando esco dal lavoro:

"Quanto a me, malgrado la stanchezza, ho un tale bisogno di aria fresca che vado a piedi fino alla Senna; in riva mi siedo su una pietra, sono triste, sfinita e con il cuore oppresso da una rabbia impotente, poiché sento di essere priva di ogni sostanza vitale; mi chiedo se sarei in grado, qualora fossi condannata a una vita simile, di attraversare quotidianamente la Senna senza buttarmi una volta o l'altra." (pag. 83)

.....



Cosi' come ho in testa la voce di Ilaria dei Gomma.

....

Chiudo lanciando una canzone del nuovo dei Japandroids. Dal vivo hanno evidenti problemi (almeno nella voce) ma su disco li amo tantissimo. I loro pezzi sono veramente appiccicosi. "No Known Drink Or Drug".

Nessun commento:

Posta un commento