venerdì 6 gennaio 2017

Baustelle, arrivare al lavoro, quanto inutile scandalo, La zavorra dell'eterno

"Io sono talmente strano che a me piacciono più i delinquenti dei santi." (Paolo Nori)


- Confesso che mi sono innamorato follemente del nuovo singolo dei Baustelle "Amanda Lear".

- Arrivo al lavoro alle 05.45 di stamattina, sto per aprire la porta e una ragazza orientale bellissima in tacchi argentati e pelliccia di orso marziano comincia a vomitare e vomita e vomita. Mezz'ora dopo la vedo che discute e sorride con altre due ragazze biondissime bevendo Martini direttamente dalla bottiglia. La sua mano piena di brillanti che mi salutava piena di odio e sensualità. Quella mano mi ha aiutato a sopportare una giornata di lavoro altrimenti insopportabile.

- Quanto inutile scandalo per le malefatte della Cgil. Un'istituzione inutile, consociativa da sempre, obsoleta. Senza piu' senso. Incapace di lottare veramente. Serva dei partiti di riferimento. Caro Corridoni e tanti, tanti altri come te quanto mi mancate quando mi capita di ascoltare Landini, la Camusso e tutto il resto della combriccola E comunque io in Svizzera ho un contratto da schiavo, un lavoro a chiamata, senza ferie e malattia. solo la paga oraria mi "salva". Non parlo da privilegiato, da liberista, da amico di Confindustria. Tornassi in Italia so già che mi offrirebbero i voucher. Mi è stato detto in faccia da due pseudo imprenditori della mia zona d'origine che ascolto da anni lamentarsi di tutto e di tutti e intanto falliscono e rinascono e rompono sempre i coglioni e intanto cinque vacanze all'anno, scuole private per tutti i figli e Capodanno a Los Angeles . "Sei un uomo in gamba Andrea ma sai com'è..." Si' lo so com'è. Terra bruciata. Una bella Enola Gay. Anzi uno squadrone di Enola Gay che sorvoli le zone produttive. Che faccia piazza pulita.


Meglio leggere Anne Sexton.

6 commenti:

  1. Piace anche a me "Amanda Lear". Sono proprio curioso di sentire l'album che esce a giorni. Li seguo dai loro esordi.
    Riguardo lo squadrone di Enola Gay: certe zone d'Italia ne avrebbero proprio bisogno. Ricominciare da zero.
    A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Lucien, anch'io li seguo dall'inizio e ultimamente li avevo trovati un po' troppo pretenziosi e pallosi. questo ritorno agli esordi è invece fresco. o forse sono soltanto io ad aver bisogno di leggerezza.

      Elimina
  2. Il nuovo pezzo dei Baustelle spacca!

    RispondiElimina
  3. questa notizia mi ha divertito un mondo:

    Il Movimento 5 stelle ha abbandonato l’alleanza con Nigel Farage. Si è concluso il voto online tra gli iscritti del movimento sulle alleanze al parlamento europeo, convocato l’8 gennaio dal leader Beppe Grillo. Il 78,5 per cento degli iscritti ha votato per entrare nel gruppo dei liberali dell’Alde (Alliance of liberals and democrats of europe), di stampo europeista, e per abbandonare quindi il gruppo Efdd (Europe of freedom and direct democracy), quello dell’Ukip di Farage, apertamente euroscettico. Hanno votato in tutto 31.914 iscritti. La votazione è stata contestata da una parte del movimento, che la considera incoerente con i principi dell’M5s.

    d.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche a me. "Scelta tecnica" ho letto online. Cos'altro aspettarsi da un movimento che annovera fra i suoi ideologi, penne vibranti uno come Andrea Scanzi.

      Elimina