lunedì 14 novembre 2016

In brevissimo su "Mostri che ridono"; Knight of Cups; Adam Wild; De Benoist su Trump; perquisizioni di massa; DIIV


Denis Johnson ha scritto uno dei libri più importanti nella mia storia di lettore e di aspirante scrittore, "Jesus' Son" (Einaudi, traduzione di Jack Delaney)  Ogni volta che lo rileggo mi emoziono come la prima volta. "Mostri che ridono" (Einaudi, traduzione di Silvia Pareschi) è invece stato una mezza delusione. Alcune pagine molto belle ma nel complesso un romanzo mai trascinante, per certi versi scontato, anche noioso. Inutile e fuori luogo accostarlo a capolavori come "Cuore di tenebra" di Conrad o a Graham Green.

......


Visto. Ne ha scritto tanto tempo fa Baratti su Spietati.

..........


Un saluto a Adam Wild. Che chiude. La Sergio Bonelli, al di là di alcuni tentativi più o meno di rilancio, mi sembra in crisi di idee e vendite.

.........



.........

2 commenti:

  1. Uno dei primi libri da adulto lettore consapevole è stato Fiskadoro di Denis Johnson, un libro per me molto importante. Quanto a Malick, ho visto che sta uscendo il suo nuovo film ... il suo ultimo mi aveva deluso un sacco, ridicolo e inutile (o forse mi sono sbagliato). Forse era meglio quando faceva un film ogno trent'anni :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Denis Johnson è un grande scrittore, ricordato troppo poco. Su Malick, i suoi primi film sono inarrivabili ma a me piacciono anche gli ultimi. Sono una specie di viaggio lisergico.

      Elimina