giovedì 4 agosto 2016

Le carte

Le carte arrivano per raccomandata.
Affollano la mente.
Prosciugano le giornate.
Piove forte fuori.
Bevo birra da cinquanta centesimi di franco.
Intaso i reni di malattia.
Neanche riesco a leggere.
A scrivere.
Vorrei una spiaggia.
Un tuffo nel mare.
E invece sveglie, marciapiedi, ascensori.
Parlo con mio padre ma lui risponde d'altro.
Di mia sorella, di pranzi, cene, calcio.
Non sa nulla di me, non gliene frega nulla ma è bravo a giudicare.
Sono rimasto un ragazzino che non ha mai smesso di farsela sotto.
C'è una vecchia che ascolta Radio Maria.
Una puttana che scopa senza sosta.
Un bambino che piange in cortile.
"La mia vita, questa vita è stata buio e luna piena"




Nessun commento:

Posta un commento