venerdì 15 luglio 2016

Oggi - SMiLE - The Beach Boys


Tanto per ricordarvi da che parte sto.
Che al di là di quello che penso sulla questione in sé (ne ho davvero pieni i coglioni delle ennesime riflessioni sociologiche sinistrorsechic, ne ho davvero pieni i coglioni...così come del rispetto per le religioni semitiche...ne ho pieni i coglioni dei vostri dio di merda) ho un rapporto d'amore con la Francia che dura da tutta la vita.
Letture, film, poesia, musica, luoghi, amicizie.
Però oggi stavo anche io sopra una bara.
Ad ascoltare schegge della mia famiglia in esplosione.
Con una lontana cugina rimasta giovanissima senza genitori che porta sul viso lo stesso profilo di mia nonna.
E di parenti che ricordano di come l'albergo della mia famiglia fosse un luogo straordinario.
E allora io ho pensato a un disco fantastico.
Ho pensato a Smile.
Guardavo un cadavere, avevo appena ascoltato trasmissioni radio una più indecente dell'altra, dalla Rai, alla Rsi, a Radio Popolare, a RadioSole24ore.
Trasmissioni che mi hanno fatto venire voglia di guardarmi un bel video porno e farmi una sega da riempirmi le mani di sborra.
Fanculo bastardi assassini di merda.
Fanculo insopportabili analisti, giornalisti, commentatori, predicatori, abbracciatori vari.

Io continuo ad ascoltare Smile.

Ah, sì, per capirci qualcosa dovete ascoltarlo questo album.




Nessun commento:

Posta un commento