venerdì 1 luglio 2016

Gli ultimi giorni di pseudo vacanza (Mishima, Vollmann, Iannone, Leute)

Quest'anno non andrò in vacanza. Niente mare, niente montagne, niente capitali europee. Mi godo questi ultimi due/tre giorni di "riposo" (perché comunque non ho mai veramente staccato dal lavoro) e poi da lunedì ritornerò al lavoro. Qualche altro giorno libero lo avrò ma praticamente le mie vacanze sono finite. Ci sono comunque ancora luglio e agosto e spero in temperature elevate per potermi godere almeno il lago e i boschi. 

Se accendo la tv e leggo i giornali e incontro i volti di Di Maio, Freccero, Raggi, Grillo, Renzi, Salvini, Appendino, Fassino, Sala, Monti, Toti, Boccia e il resto della discarica mi sale la voglia di tagliarmi le vene.

Meglio leggere.


"Quando gli uomini guarderanno le stelle, nel loro cuore si leverà, carico di essenze, il vento della notte. Sulla foresta, sul lago, sulla città, le nuvole fluttueranno tranquille. Allora le stelle inizieranno a cadere copiose e come la rugiada copriranno ogni cosa. Nel disegno tracciato dall'invisibile nastro divino, tutte le costellazioni crolleranno a una a una con estrema eleganza. D'allora in poi le stelle dimoreranno nella nostra anima, e forse torneranno ancora quei giorni in cui gli uomini erano dolci e meravigliosi come gli Dei" (Mishima, La foresta in fiore, Feltrinelli, pag. 54)


" 6. Lo psicoterapeuta Wilhelm Stekel afferma che la nostra emozione fondamentale é l'odio. Di conseguenza, "possiamo concepire il masochismo solo come colorazione di un sadico ritratto sottostante. Una tale affermazione sarebbe mostruosa, se non fosse dimostrabile". Siamo creati a immagine della Madonna? Oppure, se preferite, la Madonna è come noi? Se sì, quale sadismo si nasconde nel suo ritratto? In caso contrario, é sovrumana? O Stekel si sbagliava?" (William T. Vollman, Ultime storie e altre storie, pag. 173)



(qui)



2 commenti: