sabato 5 marzo 2016

Un sodale bambino anti-neve; Orfani; Luigi Mascheroni; caffè solidale; Giorgio Fontana/Stig Dagerman, Hotel Books, Filippo Ganna

- Oggi ha nevicato un sacco qui e sapete quanto odio la neve ma mi sono sentito meno solo quando, uscendo dal cinema, ho incontrato un bambino che piangeva rifiutandosi di scendere alla macchina con la madre che spiegava ad altre due donne che il figlio odiava la neve e che preferiva il sole, la sabbia, il mare. Istintivamente ho sorriso al bambino e mi è sembrato di vedere il sottoscritto che da piccolo si rifiutava di scendere a giocare con la neve e preferiva starsene chiuso in casa a giocare coi soldatini. E il bambino, fichissimo, mi ha risposto con un gran bel sorriso. E sono sorrisi che si ricordano.


Ho ritirato in una biblioteca tutta la prima stagione di Orfani che avevo letto casualmente. Questa volta l'ho letta un numero dietro l'altro e mi ha conquistato seppure la serie ha veramente tantissime pecche, cadute, banalità. E allora perché mi è piaciuto? Perché in questo periodo ho bisogno anche di tirare il fiato, di fregarmene, di respirare.

- Stig Dagerman è stato un grandissimo scrittore, domani a Milano ne parla Giorgio Fontana. Informazioni qui.


Informazioni in qui. A 2 euro e 50 con il Giornale.


- Date un mano al Caffè Malatesta.


Una gran bella scoperta. Lo potete ascoltare qui.

- Amo il ciclismo e sono contentissimo per Filippo Ganna.

Nessun commento:

Posta un commento