mercoledì 10 febbraio 2016

Uno dei miei incubi ricorrenti

Ho tanti incubi ricorrenti. Ce n'è uno che mi accompagna da sempre. Storia e struttura sono le stesse, a cambiare sono in parte gli interpreti, a seconda degli anni che passano e delle persone che in questi anni muoiono. Non vi sto a raccontare tutto ma solo il finale: l'incubo finisce che mi chiudono in un ospedale psichiatrico.

Mi sono svegliato livido e con la bocca secca e ho dovuto bere mezzo litro d'acqua per riprendermi ma l'angoscia non mi ha abbandonato nemmeno al lavoro.

In una delle ultime scene dell'incubo c'era una medusa che attraverso la feritoia della porta della stanza dove ero stato rinchiuso una disco parlandomi nella mente: "Nascondilo".

Il disco era questo e io lo adoro:



Lo si può ascoltare integralmente qui.

2 commenti:

  1. anche io ho un sogno ricorrente abbastanza simile...nel finale c'è una specie di pipistrello che, dopo un piccolo volo, si appoggia a testa in giù sopra il giradischi come sospeso nel vuoto...il disco è sempre quello, che adoro...Nature Unveiled dei Current 93

    RispondiElimina
    Risposte
    1. da piccolo avevo le fiabe raccontate, Califano, i Beatles...

      Elimina