mercoledì 24 febbraio 2016

L'immagine di oggi, il lavoro e altro, con molta stanchezza addosso e occhiaie nerissime

- La sola qualità del pomeriggio milanese in attesa ai mia sorella? Le giovanissime modelle eteree, efebiche, tossiche, scheletriche, ripetitive, insulse, violacee sugli occhi, sensuali, ammiccanti, in cappelloni e occhiali per nascondere la loro straordinaria bellezza mortale. Guardarle negli occhi, seguire il loro svanire.

- Ogni programma settimanale di lavoro segna l'eliminazione di un collega. E mi vengono i crampi allo stomaco per non aver nessun futuro davanti a me. Non importa se manterrò o no il posto di lavoro. Intendo il futuro. Nessuna prospettiva. Nessun piano A. Ed è meglio così. Il piano B è per i volenterosi. Gli ortodossi.

- Ho delle ulcere sulla mano destra che non guariscono. Nei due bar i baristi erano disgustati dalle mie medicazioni sommarie. I prodotti che uso al lavoro sono corrosivi. Non aiutano a guarire.


(qui)

...che poi per difenderla certe volte penso che basterebbe bombardarla a tappeto...

Nessun commento:

Posta un commento