giovedì 10 dicembre 2015

ENZYM (Parigi, Francia) + PETIT SINGE (Forlì, Italia) ┇ INVISIBLE°SHOW ┇ BERGAMO ┇ SABATO 12 DICEMBRE ┇ h. 22.00


ENZYM (Parigi, Francia)
+ PETIT SINGE (Forlì, Italia)

┇ INVISIBLE°SHOW ┇ BERGAMO ┇ SABATO 12 DICEMBRE ┇
h. 22.00

info e prenotazioni - invisibleshow@yahoo.it
349 88 30 539 | 349 16 80 619


ENZYM

Il segreto della vita è negli enzimi.
Questi catalizzatori naturali sono i responsabili dei processi vitali e quindi anche della crescita e dello sviluppo di tutti gli animali, piante e microrganismi della Terra. Modificano le sostanze, le trasformano una nell'altra, costruiscono nuovi tessuti e riciclano i costituenti dei vecchi.
Essi traducono l'informazione genetica contenuta nel DNA, sono gli agenti attivi dietro l'evoluzione e gli ecosistemi.
Sono i creatori e sostenitori del nostro corpo e del regno dei viventi.
("Enzimi", voce dall'Enciclopedia Treccani della Scienza e della Tecnica, 2007)


Louis Pierre-Lacouture, alias Enzym, è un artista del suono, nato nel 1987 e formatosi presso l'Accademia di Belle Arti di Bordeaux. Mixa musica elettronica, piano e organo, componendo e decomponendo melodie e ritmi come fossero pezzi di Lego, attraverso sculture sonore da dancefloor cerebrale, “Notturni” electropop ad alta fermentazione, tra Chopin e Boards Of Canada.
Ha collaborato con designer, architetti e ricercatori universitari nell'allestimento di installazioni sonore, suonando in chiese al fianco di cori liturgici, facendo interagire musica sacra ed elettronica. Questa è la sua prima data in Italia.


+ dj set +
PETIT SINGE 

Petit Singe è Hazine Francia, musicista, dj e performer di origini indiane, tra i nomi di punta della nuova scena elettronica underground italiana. Classe '85, ha dato alle stampe “Ballet EP” (2013) e l'esordio su lunga distanza “Tregua” (2014), per la label milanese Haunter Records. Techno dub, dark ambient, ritmi orientali, melodie arabeggianti…
“Prima danza. Dopo pensa. È l’ordine naturale delle cose.” (S. Beckett)


In collaborazione con:
CTRL magazine 
Fondazione Donizetti

Nessun commento:

Posta un commento