venerdì 11 dicembre 2015

Due cose sul lavoro; un paradiso musicale; "Quaderni neri"; "Braci nella notte" di Rachel Kushner (Ponte alle Grazie); "L'unica voce" di Tiziano Angri (Coconino Press)

- Uno degli aspetti positivi del mio lavoro è lavorare nei fine settimana e nei festivi. Questo per esempio mi permetterà di evitare pranzi/cene di Natale, feste/cene di Capodanno, Epifania e robe del genere. 

- Martedì scorso al lavoro è arrivato un alcolizzato che vedo sempre fuori da un supermercato a bere. Era con suo figlio. Era da tempo che non vedevo un padre così affettuoso e un figlio così innamorato del proprio padre. Li ho ascoltati parlare prima di entrare in sala e all'uscita quando il figlio riempiva di domande il papà e il papà rispondeva a tutte con calma, intelligenza, simpatia e tanto amore. Stavo pensando che quel cartone animato non mi è piaciuto, che ne ho letto stroncature ma è lo stesso cartone animato che ha permesso a un padre e un figlio di trascorrere un pomeriggio indimenticabile.

- C'è un piccolo paradiso musicale, questo: http://sophiesfloorboard.blogspot.ch




(qui)

(Comprati con le mance di tre settimane)



"I lanciafiamme" non mi aveva convinto fino in fondo. Adesso mi è arrivato questo in regalo.


(qui)


(qui)

Nessun commento:

Posta un commento