venerdì 25 settembre 2015

In attesa (Jean-Claude Michéa, Jim Thompson, miserevoli spettacoli, Chrvches, Port-Royal)

Vivo in una specie di limbo. L'attesa di un nuovo contratto lavorativo o comunque di alcuni chiarimenti necessari che stentano ad arrivare. Intanto sopravvivo e spulcio annunci, sistemo il curriculum, consapevole che sarà durissima. Anche perché la mia insofferenza sta raggiungendo livelli apocalittici e non ho nessuna voglia di leccare scarpe o tenere la bocca chiusa. Mi limito solo a dire che alcuni miei colleghi sono serpi, vigliacchi, spie e veri e propri servi. La comprensione umana arriva fino a un certo punto ma quando è troppo è troppo.



A me piace, durante o in seguito a una discussione, quando mi consigliano un libro. Questa è la volta di "Il vicolo cieco dell'economia" (Elèuthera) e che bello ritornare a leggere Jim Thompson.



(qui)


(qui)

E che miserevole spettacolo quello andato in onda ultimamente a Cuba e negli Stati Uniti. 
Inutile spiegare di chi e cosa sto parlando.






Due album che stavo aspettando.


Nessun commento:

Posta un commento