venerdì 17 luglio 2015

Michael Cimino e i suoi film; Ben Rivers e "The Sky Trembles and the Earth Is Afraid and the Two Eyes Are Not Brothers"; un'intervista a Chelsea Wolfe di Michel Faggi



Michael Cimino è uno di quei registi che hanno lasciato un segno nella mia vita. Sarà al prossimo Festival di Locarno, ho letto sul giornale che stasera in tv danno "L'anno del dragone" che è uno degli ultimi film che ho visto insieme a mia madre prima che morisse (le piaceva il film e le piaceva molto Rourke). Ho un gran voglia di rivedere anche "Verso il sole". Di sicuro "Il cacciatore" è un grandissimo film ma sono legato a Cimino principalmente per "Una calibro 20 per lo specialista" e "I cancelli del cielo" e "Verso il sole". 




Ultimamente nelle sale non c'è quasi niente che mi interessa...di sfuggita ho letto che a Locarno partecipa al concorso anche Ben Rivers con "The Sky Trembles and the Earth Is Afraid and the Two Eyes Are Not Brothers" e spero di poterlo vedere quel giorno o almeno di recuperarlo.




4 commenti:

  1. Il cacciatore per me resta un film eccezionale. Alcune scene sono incancellabili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per me resta un film eccezionale. L'ho rivisto qualche mese fa e sono rimasto nuovamente incollato allo schermo.

      Elimina
  2. Lo vidi al cinema quando facevo le superiori e anch'io l'ho rivisto di recente: un capolavoro. Adesso mi hai fatto venire voglia di rivedere "Una calibro 20 per lo specialista"

    RispondiElimina