lunedì 8 giugno 2015

Riprendendo in mano Salinger; Assaf Gavron "La collina", Adam Levin "Rosa Shocking", Bonnie Nadzam "Lamb", Peter Kernel

Salinger mi ha aiutato a stare in vita. Stavo davvero male quando lessi per la prima volta "I nove racconti" e ne uscii distrutto ma meno solo. Ero in terza media e lessi prima questi racconti de "Il giovane Holden". Fra estate e primi giorni del collegio finii tutto quello che potei trovare. Ho ripreso in mano i suoi racconti anche dopo aver letto il monumentale libro di Shields e Salerno, "Salinger"...anche io pecco di curiosità (sono del tutto identico agli altri) ma leggendo questo libro mi sono fatto del male per i soliti motivi.

In tutti questi anni quando mi sono imbattuto in qualcuno che quando parlava di Salinger si dimenticava della guerra e degli orrori vissuti dall'autore in Europa e di quanto i suoi libri, compreso "Il giovane Holden" sono intrecciati a quelle esperienze preferisco mettermi a tacere. Poi c'è molto altro...come i piedini delle bambine...la purezza adolescenziale...la religione...ma tutto sembra intrecciarsi al solito argomento (la ribellione) che sicuramente è fondamentale nel libro (come dimenticare anche il linguaggio e lo stile?) ma è "un" aspetto del libro...facendo così poi si finisce a parlare di Cobain, degli artisti autodistruttivi, dei santoni rock e robe del genere e ci si perde un po' per strada...e magari si potrebbe ricordarsi di Lewis Carrol...così tanto per variare gli argomenti. 

Ogni volta che riapro Salinger io mi sento a casa ma piango.

Non mi va quasi mai di parlarne con le persone, ci riesco solo con la mia ragazza. 
E chiudo qui questo discorso.

............

Altri libri sulla mia scrivania: "La collina" di Assaf Gavron (Giuntina)







E un disco che continuo ad ascoltare tantissimo.
Per sopportare le ore lunghissime di macchina ieri, con la luna stortissima l'ho ascoltato almeno 4 volte avanti e indietro.




Un pezzo: "Majestic Faya"


2 commenti:

  1. Quando ci si sente a casa si piange.
    "... Se una persona bacia una persona / Deve una persona piangere?"
    Ciao And

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, io quando torno e arrivo a casa piango sempre di gioia.

      Elimina