giovedì 21 maggio 2015

Sunday Morning | POWERDOVE Domenica 24 maggio 2015 h. 11.00 Accademia Carrara Piazza Giacomo Carrara 82, Bergamo



Sunday Morning | POWERDOVE

Domenica 24 maggio 2015 h. 11.00
Accademia Carrara
Piazza Giacomo Carrara 82, Bergamo

L'accesso al Sunday Morning è incluso nel biglietto d'ingresso dell'Accademia Carrara.
Quest'ultimo va acquistato presso la biglietteria del museo, non include il costo della colazione (opzionale) ed è soggetto al tariffario standard: 
Intero (oltre i 25 anni): 10 euro
Ridotto (dai 18 ai 25 anni): 8 euro 
Under 18: Gratis

Dopo l'indiana Tritha e l'americana Orion Rigel Dommisse, sarà il trio franco-americano Powerdove
l'ospite del terzo appuntamento della rassegna itinerante Sunday Morning, contraltare pop, pubblico e alla luce del sole degli appuntamenti solitamente segreti e notturni di Invisible Show.
Sarà stavolta un luogo di assoluta eccezione quale l'Accademia Carrara ad ospitare l'evento, in una delle sale della sua prestigiosa e ricchissima pinacoteca, riaperta il 23 aprile dopo 7 anni di restauri. Ispirato all'omonima canzone dei Velvet Underground e al motto «Il mattino ha l’oro in bocca», il progetto “Sunday Morning” consiste in una serie di concerti per mattine domenicali e nasce dalla volontà di offrire prospettive inedite ad un pubblico quanto più eterogeneo di “non iniziati”, spesso irraggiunti dalle tendenze musicali meno conformi (e più innovative) dell'attuale produzione underground. INFO: http://invisible-show.tumblr.com/


POWERDOVE (psychfolk, USA/Francia)


I Powerdove nascono nel 2007 come progetto solista di Annie Lewandowski, cantante, fisarmonicista e pianista originaria del Minnesota, attiva sul doppio fronte della musica sperimentale d'improvvisazione e del folk-noise indipendente. Nella più recente delle riformulazioni dei Powerdove, risalente a due anni fa, la polistrumentista americana è accompagnata dal francese Thomas Bonvalet alias L'ocelle Mare (Cheval de Frise, Le Chant de L'Amour) e dal chitarrista dei Deerhoof John Dieterich (sostituito in questo tour europeo da Chad Popple, ex Colossamite). Oltre a diverse esperienze nel sottobosco rock americano (Emma Zunz, Doublends Vert e The Curtains, con membri di Gowns e Deerhoof) e a collaborazioni con Xiu Xiu e Hawnay Troof, Annie ha collaborato anche con musicisti d'avanguardia di rilievo internazionale come la sound artist Miya Masaoka, i sassofonisti Caroline Kraabel ed Evan Parker, fondatori di band epocali come Charles Hayward (This Heat) e Fred Firth (Henry Cow), insieme al quale ha realizzato l'album-performance Long as in Short, Walk as in Run (2011). Arrest è l'ultimo album dei suoi Powerdove, uscito a fine 2014 per l'etichetta francese Murailles Music (con le grafiche del fumettista di culto Mark Beyer), e vi si intrecciano timbri avant-folk e puntinismo glitch, litanie inconcluse e cortocircuiti percussivi, con una gamma di strumenti inconsueti (concertina, fisarmonica, chitarra resofonica, campanelli) che aprono a una voce cristallina e inquieta, quasi fosse una Sibylle Baier sedotta dalle aritmie sperimentali. In occasione del terzo appuntamento della serie Sunday Morning (a cura di Invisible Show), il trio franco-americano proporrà all'Accademia Carrara un set mattutino a base di voce, tastiera, banjo e vibrafono. Non avrete indizi su quale sala della Pinacoteca ospiterà l'evento: chi verrà dovrà scovarla da sé.

Nessun commento:

Posta un commento