domenica 17 maggio 2015

"Immagini che ci guardano. Teoria dell'atto iconico" di Horst Bredekamp (Raffaello Cortina Editore)


Ma perché siete andati a Cannes a fotografare starlette, fotomodelle, cani, cosce e caviglie quando invece a Torino c'era una vera star, un traduttore che riempie di sogni erotici e bratwurst vegani la notte, di pizze surgelate che solo gli immigrati sono capaci, non sempre, di mangiare e che grazie a lui si trasformano in miracoli che vi riempiranno la bocca di orgasmi?

Questa divinità barbuta ha tradotto questo libro.

Nessun commento:

Posta un commento