domenica 31 maggio 2015

Fumetti ("Neve", "Winter World"), viaggi/mia madre; mostre/ricordi/Giuseppe Terragni

Ogni mese acquisto in edicola Nathan Never, Adam Wild e Lukas ho cominciato a leggere anche:



"Neve"




...........

Quando finisco in colonna in autostrada mi riempio dei ricordi dei viaggi in macchina per raggiungere Pesaro. Quanti ne abbiamo fatti fra gli anni '80 e gli anni '90. Partivamo di notte per arrivare la mattina presto. Ci stavamo un mese. Sul sedile posteriore, fra me e mia sorella, c'era la gabbia col pappagallo. Adoravo quei viaggi. Adoro il mare. I giorni precedenti al viaggio, quasi 500 chilometri, non riuscivo mai a dormire. Una volta impiegammo 12 ore per raggiungere Pesaro. Colonne ovunque e mio padre scelse la via Emilia. Mia madre ha sempre sofferto di mal d'auto e quell'anno stette veramente male. Tornò a star bene verso Gabicce e quando arrivammo a Pesaro, prima di andare nell'appartamento che avevamo affittato, volle raggiungere la spiaggia e sedersi nell'acqua. La lasciammo tranquilla. Poi arrivarono i responsabili del Bagno e i nostri conoscenti a salutarla. Mia madre adorava il mare, l'estate, la sabbia, il caldo, le riviere. Adesso che è morta le spiagge e il mare mi fanno piangere. Lunedì avrebbe compiuto 69 anni. Da maggio fino al primo freddo autunnale lei e mio padre avrebbero cominciato a spostarsi in macchina fra laghi, colline, montagne, città d'arte. Robe del tipo "Ciao Andrea, siamo a Genova", "Ciao Andrea, siamo a Ginevra". Mi manchi tantissimo.


..........



Dal 29 maggio al 16 settembre alla Casa dell'Architettura di Roma c'è una mostra dedicata all'architetto comasco Giuseppe Terragni e ai suoi progetti realizzati per Roma. Sono affezionato a Terragni per motivi familiari e dovrei scendere a Roma per visitare questa mostra. E poi sotto il suo monumento ai caduti di Como ho giocato, mangiato gelati e letto libri, giornali, fumetti. 




....

Il dolore.

.

Nessun commento:

Posta un commento