venerdì 22 maggio 2015

Chi mi manca





Tutta questa pioggia e tutto questo vento freddissimo e questa neve a meno di due chilometri di distanza mi fanno stare malissimo.






Quando passo giorni così inutili, dolorosi, vuoti, come questi sento ancora di più la sua mancanza. E già la sento tutti i giorni. E leggere le sue pagine non mi fa stare meglio. E se lo rileggo mi viene da piangere. 
Però poi lo rileggo e mi sento meglio nel modo peggiore che uno possa sentirsi meglio e e penso a un ragazzo che alcuni anni fa mi disse "Non ti uccidere per piacere...".
Quel ragazzo poi si è ucciso e non me lo perdonerò mai. 
Domani mi sveglierò e tornerò a svolgere le mie solite mansioni.
Con dedizione e attenzione, consumando troppe energie.
Tornerò a casa svuotato e la giornata sarà finita.
Mangerò poco, verdure o legumi, berrò tanto e me ne andrò a dormire.
Poi mi sveglierò e via da capo.


Ci si sveglia e si lavora e ci si specchia nel dolore.

6 commenti:

  1. Qui ogni commneto rischia un cazzotto, merita uno sputo.
    Potessi almeno leggere.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena.
      in che senso potessi almeno leggere?

      Elimina
    2. nel senso che non posso leggere più libri per via di problemi agli occhi, e non potrò più

      Elimina
    3. porca miseria, mi dispiace davvero.
      cazzo.

      Elimina
  2. Io bevo parecchio vino, e birra e jager ...anche acqua qualche volta (anche se ne ho piene le palle di quella che scende dal cielo).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. uff anche io ne ho piene le scatole di quest'acqua...anche se questa pioggia è quella che per certi versi mi salva il lavoro.

      Elimina