venerdì 27 marzo 2015

Dante Virgili, Cliquot

Non so se a uno come Dante Virgili interessasse davvero una tomba ben curata ma visto a me piacciono parecchio i cimiteri diffondo volentieri questo appello:


Salviamo La Distruzione. Le ossa inquiete di Dante Virgili





Nel 1970, Dante Virgili pubblicò il suo primo romanzo senza ricorrere all'uso di pseudonimi, La Distruzione. Scritto come una sorta di autobiografia onirica, con una scrittura decisamente sperimentale, il romanzo è un flusso di coscienza costruito come una sequela di farneticazioni d’un modesto correttore di bozze, ex interprete delle SS in Italia durante la Guerra Civile, e rappresenta, assieme al successivo Metodo della Sopravvivenza, una delle poche opere di rottura letteraria nel panorama italiano. Seppellito al cimitero di Musocco a Milano, la sua salma, abbandonata nel deposito del cimitero, è in attesa di essere collocata nell'ossario comune, vittima di quella triste sorte alla quale va incontro chi non ha più parenti o amici che ne mantengano vivo il ricordo e provvedano al mantenimento della tomba. Intanto si è riusciti temporaneamente a fermare la macchina burocratica e a mantenere ferme le spoglie nel deposito del cimitero, fino al 31 marzo prossimo, in attesa di una risoluzione, magari del Comune di Milano: nel frattempo sono necessari 1500 Euro per un loculo temporaneo che impedisca la dispersione dei resti di Virgili: Salviamo La Distruzione!

Gerardo de Stefano e Andrea Lombardi

Una copia della nostra edizione de La Distruzione sarà inviata in omaggio a tutti i donatori alla sottoscrizione per salvare dalla dispersione in ossario i resti di Dante Virgili. In una apposita sezione del libro sarete elencati tutti!

F.to 14x21, 220 pagine, prefazione di Luigi Mascheroni.

Donate al link: http://www.gofundme.com/nxnsf8 e inviateci una mail a ars_italia@hotmail.com con il vostro indirizzo!


La pagina FB dell'iniziativa: https://www.facebook.com/salviamoladistruzione

Rassegna stampa (In aggiornamento): Il GiornaleSatisfiction , Libero , Blog Il Giornale , Barbadillo


....................






Su Barbadillo scopro la nascita appena nata una casa editrice digitale: la Cliquot I primi titoli sembrano interessanti come questo "La cosa marrone chiaro" di Fritz Leiber.



.

Mi mancano.
E quando ieri ho visto un'orientale che indossava una loro maglietta mi sembrava proprio Nancy Whang ho avuto un vero e proprio capogiro.








Nessun commento:

Posta un commento