giovedì 12 marzo 2015

Albedo



"Lezioni di anatomia" degli Albedo è stato recensito Manfredi Lamartina/Novanta e una delle tante contenute nel libro "10-14. Dieciquattordici" scaricabile gratuitamente da qui



e n questi giorni sta uscendo il loro nuovo lavoro "Metropolis":


che si può ascoltare in anteprima su Rockit e da quel poco che ho ascoltato mi sembra un gran disco come il precedente. Sono canzoni da cuore aperto, grondante emozioni. Ma davvero. Che a me viene voglia di piangere. 




.

tutti i mesi sono crudeli
tutti le stagioni sono crudeli

.



Giovanni Lindo Ferretti tiene bellissima rubrica su Avvenire chiamata "Dal crinale" e questo pezzo sotto è uscito il 27 febbraio 2015.

"Le alpi a nord, a sud il mare, nella loro concretezza geografica; la giornata è serena, tesa di gelida tramontana e lo sguardo s'allarga senza compiacimento. Tanta bellezza oggi non basta a sé; una incrinatura tinta d'angoscia ne offusca la funzione estetica. Penso pensieri inquieti, si presentano agli occhi ovunque posi lo sguardo: ad ogni punto cardinale corrisponde uno scenario ben poco rassicurante nutrito di notizie, immagini, discorsi e tutto è più o meno vicino, mai così lontano da poter essere considerato estraneo. Cerco di farmene ragione ed il mio sguardo si scompone in infinità di altri sguardi; da questo luogo in ogni tempo, in una scansione che ripercorre la storia in queste montagne.
Qualcosa di palpabile, come una carezza, un leggero pungolo, una spintarella ed il pensiero corre a mia nonna: la sua mano, piccola e consunta, bastava a schermarmi il mondo, a fare della mia vita di bimbo l'avventura più bella sulla terra. Non essere sradicato dalla mia storia, questa è la mia dote, la forza dei miei giorni.
Essere sradicati per poter sradicare: lo richiede l'economia e l'impone la politica; la finanza, salda al comando, ara, semina e raccoglie in tabula rasa e delle radici fa cimeli d'antiquariato.



4 commenti:

  1. È un po' che non ascolto Ferretti, pezzo inteso. È terribile essere sradicati dalla propria storia...

    RispondiElimina
  2. Ferretti è un grande. E la sua prosa lirica sempre coinvolgente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ferretti è un grande e forse lo amo più oggi che allora.

      Elimina