giovedì 12 febbraio 2015

Fabrizio De André - La ballata di Michè / Giovanna D'Arco / Robert Brasillach (il perché di due post in un giorno)


Poi se penso a mio padre non posso che pensare a Fabrizio De André, Jimi Hendrix, ai Rolling Stones (abbiamo sempre litigato perché io preferisco i Beatles) e penso che "La ballata di Michè" è una delle canzoni che lui ha fatto ascoltare di più a me e mia sorella. C'era una cassetta con tanti pezzi di Fabrizio e lui la metteva sempre su. Lui e mia madre le conoscevano tutte queste canzoni. Io amo De Andrè anche se non mi piace parlarne troppo. Quando morì mia madre pensai che mio padre si facesse fuori perché lui ci ha sempre giocato col suicidio. Tanto tempo fa padre mio quando fosti portato in ospedale mi riempisti di una tale valanga di dolore che non dormii per settimane. Tornai a casa quel giorno e abbracciai mia madre che per non pensare alla morte si mise a stirare fino a notte fonda. Quando uno mi chiede qual è la canzone che più sento mia di Fabrizio non saprei cosa rispondere ma a pelle risponderei "Giovanna d'Arco":


e Giovanna d'Arco mi ricollega a Robert Brasillach e alla sua opera "Domremy" (Settimo Sigillo)


e Brasillach è così ricordato da Luciano Lanna: "Brasillach, un contestatore al servizio della vita"



Il perché: oggi è il 12  del mese e ogni 12 del mese mi ricorda la morte di mia madre.

3 commenti:

  1. Jeanne la Pucelle, Les batailles. Un film di Jacques Rivette, di respiro e piccoli particolari. Ti piacerà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto ;) bel film
      ho una specie di passione dannata per giovanna d'arco

      Elimina
  2. Grandi gusti in famiglia..caro Andrea! Complimenti!:::)))

    RispondiElimina