lunedì 15 dicembre 2014

La merda (uno sfogo)

E poi dopo quella merda che è l'Expo avremo, forse, anche quella merda che sono le Olimpiadi.

Arrivare a Milano e vedere in cima a un palazzo la scritta Expo e camminare fra strade che non fanno che ricordare quell'infausto evento mi hanno fatto venire voglia di prendere la pistola e farmi saltare il cervello.

Pochissime cose, come i libri, riescono a proteggermi, in parte, da questa merda che avanza e che viene accolta a braccia e bocche ben aperte da gran parte di coloro che mi circondano. 

Tutta bio questa merda, mi raccomando, tutta bio, autoriale, artistica e meritoria di uno scatto e di una recensione e di un biglietto pagato e di chissà quale altra merda vi passerà per la vostra cazzo di testa di merda. 

Perché la vostra non è merda che porta vita.
Che concima i campi.
Che è parte del mondo.

La vostra è merda velenosa, cancerogena, distruttiva, furba, spietata, suadente, ricattatoria, assassina, meschina, vendibile, spendibile, acquistabile, premiabile.



Perché siamo "Come morti".



4 commenti:

  1. È da un po' che non vado in quella che per me era la bella Milano. Mi mette tristezza questo post. Oramai dovrebbero mettere un cartello alla frontiera: Benvenuti nel paese degli appalti. A volte mi sembra di avere ottant'anni ed essere condannata alla memoria di cose perdute: occasioni perdute (non solo l'Expo, quasi tutto).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono legatissimo a Milano e assistere al suo scempio mi fa male. C'era chi credeva nel nuovo sindaco e io mi esponevo dicendo che non sarebbe cambiato nulla, anzi. Poi per me il discorso non si lega solo agli appalti. Per esempio per me l'Expo è qualcosa di folle anche se fosse gestito in maniera trasparente. E allora volerlo fare significa essere degli imbecilli oppure avere degli interessi e poi gli interessi generano tutto quello che si è visto.

      Elimina
  2. io ormai non riesco più a passare da milano anche se non fosse per l'expo, nè concerti nè festival se so che sono lì... se vado vado giusto alla sormani a recuperare libri che altrimenti non so dove altro trovare e poi torno subito indietro, o se c'è un film in sala che danno solo lì in regione..ma per il resto mi mette un'ansia terribile. mi sa che alla fine questo che hai messo è il mio preferito in assoluto dei godspeed, e me l'avevi regalato tu, grazie. tra l'altro vengono a inizio aprile in italia..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io continuo ad andarci anche perché ci abita mia sorella però ci sono legatissimo, è come una mia seconda casa, al pari di Pesaro. io invece non riesco proprio più a mettere piede ad un concerto. sto male. e ho deciso di smettere di frequentarli.

      Elimina