venerdì 12 dicembre 2014

Everything Beautiful Is Far Away / It's Easy To Be Lonely / The Dark Is Rising / Holes


Perché le giornate mi distruggono.
Anche quelle che avrei pensato mi avrebbero fatto star bene.
Invece niente.
Solo incomunicabilità, distanza, dolore, sofferenza.
Tanto vuoto.


Uscire di casa, guidare, camminare, stare in mezzo alla gente, entrare nei bar, bere un caffè al banco, chiedere a voce bassa un libro in una libreria,  salire sui mezzi di trasporto mi distrugge.





7 commenti:

  1. La vita ci distrugge And, la vita... a partire dal lavoro, la cosa che ci distrugge più di tutti, altro che...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...il lavoro è una catena al collo e di questi tempi è davvero insopportabile...e ieri nella metro di milano sono stato male ad osservare una carrozza intera, giuro, tutta chiusa sul cellulare/tablet, eccetera. solo io e mio padre eravamo senza. anche persone che viaggiavano insieme non si staccavano dal cellulare. desolante.

      Elimina
    2. Chiapperi, ma quei due eravate voi? Potevi farti riconoscere ... hem, e scusami, ero distratto dal mio smartoffone 1, punto 2 e 3 ;)

      Elimina
    3. furbacchione e magari ci avrai anche fotografato di nascosto....

      Elimina
  2. scopro solo ora che sei tornato, and. e sono contento.
    un abbraccio forte,
    d.

    (ci sono due piccole cose che sto provando a portare avanti da qualche tempo, insieme a i. show, magari t'interessano:
    http://www.ctrlmagazine.it/2014/tag/cinema-trouve/
    http://www.ctrlmagazine.it/2014/tag/videobored/)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao d. con calma leggerò tutto.
      intanto ho notato le firme.
      e mi emoziono.

      un abbraccio forte anche a te.
      and

      Elimina
  3. sulla questione smartphone in treno/metro/ovunque la vivo al 100% come te, anch'io non capisco proprio (anche se magari poi vivo un'altra dipendenza col pc a casa, anche se un po' diversa).. e succede anche con chi conosco da una vita, amici e vicini che si sospendono improvvisamente dalla conversazione "reale" e in modo molto più alienato e protratto che rispetto ai normali cellulari.. tra un po' non comprare/usare uno smartphone rischia di diventare un vero atto di resistenza (come secondo me lo è già diventato non essere iscritto a facebook o ad altri social network), tanto per capire quanto siam messi male..ormai anche in tanti lavori legati alla comunicazione lo pretendono quasi, tanto per rubarti anche il resto del tempo non lavorativo a disposizione.. anche questo continuo chattare e scattare a foto a tutto, come se la parola e l'immagine non avessero più nessun significato, con la realtà e la memoria.. meno male che la fantascienza era roba da bambini.
    un altro abbraccio
    d

    RispondiElimina