mercoledì 1 ottobre 2014

Intervista a Miriam Vile, artista di gioielli creati a mano


A causa del mio amore per i Peter Kernel, Camilla Sparksss e tutto ciò che gira intorno alla On The Camper Records mi sono imbattuto nelle creazioni artistiche di Miriam Vile, gioielli realizzati riutilizzando componenti di strumenti musicali, e ne sono rimasto subito affascinato. 

Alla fine fra mille impegni reciproci siamo riusciti ad organizzare un'intervista che spero possa incuriosirvi e chissà magari spingervi ad acquistare uno di questi gioielli e a capire che la riscoperta e il riutilizzo di oggetti usati, rotti, abbandonate è un vero e proprio valore.


Allora Miriam per cominciare vorrei chiederti qual è stato il percorso che ti ho portato a diventare una creatrice di gioielli realizzati a mano. E se ci sono figure, personaggi che ti hanno ispirato in questo tuo cammino.

Ho cominciato studiando sartoria e specializzandomi in tecnica dell'abbigliamento. Adoro la musica e mi piace andare a vedere concerti e scoprire nuovi gruppi, ho girato l'Europa facendo il merch per gruppi musicali e faccio parte di un progetto musicale chiamato "Camilla Sparksss" nella quale interpreto la batteria. Ho sempre amato gli oggetti antichi e usati e con le mie creazioni queste passioni si sono unite per dar vita alla linea di gioielli Miriam Vile. Un giorno per gioco mi misi a progettare e creare una collana per poter portare come accessorio un bellissimo pezzo di mandolino. La mia creazione riscosse grande successo e ricevetti molte richieste per crearne di nuovi, mi ha sempre affascinato il mondo degli accessori, e così decisi di sperimentare buttandomi nel progettare nuovi accessori.




- Sono tutti pezzi unici? E materialmente come sono realizzati? 

I miei gioielli sono tutti creati a mano, ogni pezzo è unico, le loro caratteristiche sono proprio quelle di racchiudere una storia, con i loro graffi e le loro imperfezioni mantengono tutto il loro fascino di oggetti usati e vissuti. 
Per quanto riguarda le collane sono composte di meccaniche di chitarra, basso, mandolino, ukulele ecc. mentre gemelli, orecchini, anelli e mollette son realizzati con i knobs di chitarra e basso. Effettuo ricerche e giro molti mercati per trovare ogni volta nuovi pezzi particolari. 

- Lavori in solitaria? Hai uno studio tutto tuo?

Sì lavoro solitaria :). Ho allestito un piccolo atelier a casa.





- I gioielli sono in vendita su internet. Per il momento é il solo modo di acquistarli? 

Le mie creazioni sono in vendita online al seguente link: http://miriamvile.bigcartel.com/ oppure in negozi a BernaBasilea e da ottobre anche a Lugano. 

- Sei anche una ballerina/performer scatenata per Camilla Sparksss. Come è nata questa collaborazione? Mi sa che serve un sacco di fiato per farcela.



Si, si tratta di performance ad alta resistenza! Conobbi Barbara e Aris in quanto ai tempi suonavo il basso in un gruppo e avevamo la stessa sala prove. Abbiamo scoperto di aver molti punti in comune e da li è nata un amicizia e continue collaborazioni. 

- Vivere in Ticino com’è?  C’è un certo fermento artistico? 

Il Ticino è molto piccolo ma anche poco saturo a livello artistico, ritengo quindi che ci sia più visibilità e possibilità di emergere in una piccola realtà come la nostra. 

- E per il futuro nuovi progetti in ballo?

Sicuramente parteciperò a mercati e a concerti, prossimamente uscirà anche uno shooting fotografico realizzato in collaborazione con un'altra artista Svizzera dove i protagonisti saranno i miei gioielli e i suoi vestiti.







(Andrea Consonni, Lugano, 1 ottobre 2014)

2 commenti:

  1. E saranno in vendita anche qui:

    https://www.facebook.com/MiriamVile/posts/583782598410398

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si avvicinano le feste, un ottimo regalo.

      Elimina