giovedì 22 maggio 2014

Vicine di casa

La mia vicina di casa più simpatica è una prostituta. E quando ci incontriamo ce la spassiamo sempre. Talune volte mi parla dei suoi clienti, dei suoi guadagni, delle sue difficoltà, dei dolori fisici che il suo lavoro comporta. Indossa spesso un pigiama che fa abbastanza schifo.

L'intervista di Teresa Ciabatti a Annalisa Chirico: 





(Shirley Jackson significa tantissimo per me)

Un disco:




E domenica, se siete italiani, andate al mare, al lago, in montagna, state a casa a guardare il Giro, sbronzatevi, drogatevi, scopate furiosamente, dormite, correte, giocate.
Non andate a votare.

10 commenti:

  1. Domenica, visto che sono italiana, e pure europea, a votare ci vado eccome. Perché voglio avere il diritto di scegliere e persino sbagliare e pure lamentarmi.

    Come ti avevo scritto in altra sede: chi non vota, dovrebbe tacere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io vivo al di là del voto o del non voto. Liberissima di votare ma nessuno, ripeto nessuno, si puo` prendere la briga di dirmi quando e perché devo tacere. Ok? Come se il fatto di vivere, di pensare, di muoversi, di agire, di combattere, di criticare sia legato al voto. Tra l'altro il voto in questa società.

      Elimina
    2. Se non voti non puoi lamentarti dello Stato che ti governa.
      Non ha votato, non hai scelto, non hai fatto nulla. Hai taciuto, per l'appunto.
      Perché dovresti criticare chi ti governa se non hai votato?
      Con quale diritto?

      (e lo dico con estrema calma e serenità, ovviamente)

      Elimina
    3. Beh, con estrema calma e serenità, credo che stiamo parlando di due cose diverse, partendo da presupposti teorici, politici e filosofici del tutto diversi. Siamo due mondi lontanissimi su questo argomento.

      E ti ripeto, non ho taciuto e ho fatto tante altre cose nella mia vita e le ho pagate a caro prezzo.
      Perché per cambiare l'esistente, tu scegli il voto, io no.

      Elimina
    4. Suppongo che siamo molto, molto, molto diversi, hai ragione.

      Per cambiare l'esistente io provo almeno a votare. Tu no.
      E quindi, cosa fai?
      Non so cosa potresti fare, a parte imbracciare un AK47.

      Elimina
    5. Lasciamo stare ok? Preferisco chiuderla qui.

      Elimina
  2. ho citato il tuo commento sulla mia pagina Fb scatenando un gran dibattito...ed è sempre incredibile sentire quanta merda esce dalla bocca di gente che non ha mai fatto una minchia per gli altri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mandali a cagare da parte mia.

      (disco in loop)

      Elimina
  3. Parole che condivido pure io !

    RispondiElimina
  4. Andrea le persone si accorgono della politica ogni quattro-cinque anni....non ragioniam di loro!

    RispondiElimina