sabato 17 maggio 2014

Cose.

Un film serbo che ho visto (sottotitolato in italiano): "Odumiranje" di Milos Pusic. Niente di eccezionale ma comunque begli spunti e l'aria dei Balcani fa sempre bene.


Un film capolavoro, girato in Unione Sovietica nel 1926. "La madre" di Vsevolod Pudovkin.










Libri che leggero`a breve:





E quando qualcuno mi scrive che un romanzo che gli ho regalato gli è piaciuto tantissimo com'era piaciuto a me, io sono strafelice. E' il caso di "Che fanno le renne dopo Natale?" di Olivia Rosenthal (Nottetempo). Due righe su Il Foglio. E le renne sono animali bellissimi. Una volta da piccolo ne ho baciata una.



E un libro bello, bello, con una copertina bella bella: "Teppa" di Valerio Marchi (RedStarPress):



E quando leggo di Meriam, condannata per apostasia, mi ricordo di un passaggio di Oriana Fallaci che ho ritrovato nel libro di Annalisa Chirico e che era tra l'altro uno dei punti cardine di mia madre. Trascrivo il passo velenosissimo tratto da "La rabbia e l'orgoglio":



"Ricordate gli anni in cui anziché ringraziarmi d'avervi spianato la strada, cioè d'aver dimostrato che una donna puo` fare qualsiasi lavoro come un uomo o meglio d'un uomo, mi coprivate di insulti? Ricordate gli anni in cui, anziché portarmi ad esempio, mi definivate sporca-maschilista e mi lapidavate perché avevo scritto un libro dal titolo Lettera a un bambino mai nato? "Quel libro durerà una sola estate". Ed anche: "Quella ha l'utero nel cervello". Ebbbene, dov'è finito il vostro livoroso femminismo? Dov'è finita la vostra presunta bellicosità? Com'è che sulle sorelle afghane, sulle creature assassinate seviziate umiliate dai maiali-maschilisti con la sottana e il turbante, imitate il silenzio dei vostri ometti? Com'è che non organizzate mai un'abbaiata dinanzi all'ambasciata dell'Afghanistan o dell'Arabia Saudita o di qualche altro paese musulmano? Vi siete tutte innamorate del fascinoso Osama Bin Laden, dei suoi occhiacci da torquemada, vi attira quello che sta sotto la sua sottanaccia? Lo trovate romantico, sognate d'essere stuprate da lui? Oppure delle sorelle musulmane non ve ne importa un accidenti perché le considerate inferiori? In tal caso, chi è razzista qui: io o voi? La verità è che non siete nemmeno cicale. Siete e siete sempre state galline cui riesce soltanto starnazzar nel pollaio, coccodè coccodè. O parassite che per tentar d'emergere avete avuto bisogno d'un uomo che vi tenesse per mano. Col che chiudo il discorso."

Se a qualcuno interessa gli spedisco il pdf.





5 commenti:

  1. Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Si`l'ho letto, molto bello.

      Elimina
  2. Visto il libro minimumfax l'altro giorno in libreria. Un pugno in un occhio quella copertina, per me. Brutta da toccare (nel senso che ho preso in mano il libro ed è stato sgradevole, sigh). Magari anche in linea con il romanzo, solo che proprio mi ha disturbato, ecco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah ah

      io ho spiato alcuni curiosi e hanno avuto la tua stessa reazione.

      Elimina