giovedì 10 aprile 2014

I sondaggi

""Chi parla di lotta contro il Tav e ignora lo smantellamento del sistema industriale, la disurbanizzazione, il ristabilimento della lentezza o della destatalizzazione, cioè non parla dei processi che eliminerebbero le condizioni che richiedono il Tav, ha in bocca un cadavere". (Miguel Amoros e tutte le mie contraddizioni sono motivi di costante riflessione e discussione ma di certo non salirò' mai su un Tav)  e Susanna Schimperna sul si`del Senato alla Torino-Lione ne scrive qui. E insomma di questo argomento non frega quasi niente a nessuno.

Sul giornale più' schifoso della penisola, Il Fatto Quotidiano (ma anche il Guardian ha promosso una stronzata simile), hanno lanciato pure un sondaggio su dove S.B. dovrebbe scontare la sua pena. Potevo non parlarne ma è quel tipo di idiozia che mi riempie di rabbia e non vorrei mai avere a che fare con persone che partecipano a queste stupidaggini. 

E a proposito di votazioni, alle prossime elezioni comunali anche mio padre vedrà il suo nome inserito in una lista civica. Lui mi ha detto: "Ovviamente il 25 non verrai a votare...". Risposta: "Ovviamente no papà." Lui ha sorriso e mi ha offerto una birra. E' già successo che qualcuno che conoscessi finisse in una lista, anche nazionale, ma ho sempre preferito fare altro piuttosto che recarmi in un seggio e che in questo caso si tratti di mio padre non cambia proprio nulla. E se dovessero passare proposte come l'obbligo di voto, pena una multa o peggio, non cambierà di una virgola il mio modo di vedere le cose.

Che nostalgia quando guardo un video come questo sotto di un live dei The World I a Beautiful Place & I Am No Longer Afraid To Die:







Nessun commento:

Posta un commento